giovedì 19 aprile 2018

La rabbia? Non è cosa per me....

Finite le settimane della moda, quasi disinteressato, mi appresto a rimettere in valigia tutto ciò che potrebbe rendermi felice per correre via a mettere a frutto milleeunoidee tra i Fiordi dell'antica Norvegia, e squilla il telefono.
Rappresaglia vera e propria della mia mentore: progetto bloccato... oddio, non per sempre, dice lei, ma per ora galleggia inevitabilmente in uno di quei stupendi fiordi alla deriva, sperando che non scompaia nell'oceano Baltico.
Okkei, non mi vuol dire cosa succede: mi fiondo nell'ufficio, dove c'è un'incredibile segretaria invisibile ad aspettarmi con un sorriso supersonico: okkkei il progetto è fallito.
E invece no: caxxo, hanno mandato un altro in Norvegia, il perché? Semplice: Rori, tu mi servi qui! 
Ma che caxxo di risposta è?
Sono dannatamente incazzato e visibilmente incazzato che se ne accorge ahimé anche la signora della reception, forse anche perchè uscendo ho sbattuto la porta in vetro e frantumato decisamente una colonnina pubblicitaria.