giovedì 20 aprile 2017

Le regole...

Un appuntamento, è un appuntamento se: siete entrambe ben vestiti, siete fuori casa, fai il cascamorto e lei la civetta e se alla fine si va a letto insieme!
Un appuntamento non è un appuntamento se lei viene a casa e si cucina insieme. In questo caso: o sei il suo migliore amico o siete già conviventi!
Io credo di essermi piazzato sul primo! E il dubbio mi strozza ogni considerato gesto di avance!
Via le stampelle, finalmente, nonostante fossi diventato un esperto: ho messo su pettorali mai avuti prima.
Assolutamente in forma, se non per questa gamba di due o tre centimetri più magra, ma ovvio il perché. I miei capelli sono assolutamente i miei, e non li taglio di nuovo, come anche la mia barba! Look trasandato, un pò sbandato ma all'altezza di ogni ingresso al mio capezzale.
Eppure lei è lì e non proferisce alcuna parola in merito, a me, a noi due, al canoso. Insomma: la perfetta segretaria improvvisatasi cameriera.
Non è un appuntamento, e ok! 

Il freddo fuori stagione, lo amo, perdonatemi, mi porta alla mente strane sensazioni e tutte riguardanti lei, eppure credo che sia lei a generare questo freddo! E caxxo, la cosa mi pesa un casino!

E vado all'attacco: la afferro di improvviso, le circondo la vita, la butto giù, e sorrido.... come un fratello! No dico: come un fratello! E sapete perché? Perché tutto è svanito! E' tutto improvvisamente morto, freddo, assolutamente non romantico, ed io? Un casino incazzato!
La sollevo, ridiamo come due bimbi, prendiamo i nostri piatti e ci spostiamo sul porticato a morire di freddo, e mentre vado avanti lei sussurra: che spettacolo....Mi fermo, mi volto ed eccomi, finalmente, mi vede!!!!