venerdì 24 febbraio 2017

Scelte

Negli ultimi due anni ho cercato disperatamente di dare un certo vigore alla mia vita lavorativa, al fine di renderla ogni giorno interessante e piacevole, come un nuovo lavoro ogni giorno, e lasciare quanto più spazio al mio tempo libero e alla mia vita ed onestamente...ci sono riuscito.
Eppure noto, che ancora adesso sembra che non riesca ad essere completamente soddisfatto, o meglio, mi manca un qualcosa che mi faccia dire "ok, mi fermo qui!".
I continui cambiamenti, reinventarmi, buttarmi a capofitto in nuovi progetti lavorativi, che quasi sempre mi hanno soddisfatto a pieno, mi divertono molto di più del sapere di avere il mio porto sicuro che mi renda tranquillo ma, monotona la vita!
Sembra difficile a farsi, soprattutto quando hai una famiglia, un mutuo e debiti da pagare. E infatti lo è!
Effettivamente trovare il coraggio di cambiare anche se non radicalmente, ma comunque rischiare, non è proprio facile, ma ti senti appagato, eccitato e motivato al 100%.
Ma prima di ogni passo del genere vanno ponderate un trilione di cose. Persino io, lo confesso, che non ho una famiglia sulle spalle, non ho un mutuo e non ho un debito, ho avuto un da fare nelle notti insonne prima di decidere definitivamente di cambiare stile al mio punto di vista lavorativo.
Ma la cosa mi ha reso la vita, dapprima difficile, spaventosa, quasi un pentimento repentino, poi improvvisamente sono diventato bravissimo ad accettare ogni singola sfaccettatura. Ma, e la dico tutta, io non ho cambiato del tutto lavoro, ma semplicemente ho girato lo sguardo altrove facendo sempre ciò che mi viene bene fare! Certo, continuo ancora tra una cosa e l'altra, ad applicare il mio mestiere che io chiamo di sempre, ma tutto ora è diverso.
Cosa mi è piaciuto di più di questi cambiamenti? L'avere più tempo per me, o meglio: riuscire ad organizzare ogni singolo giorno nel modo che più si confa al mio modo di essere.
Cosa ne ho guadagnato? Serenità, e fare bene il mio lavoro, quindi: guadagno sicuro!