mercoledì 2 novembre 2016

Un milione di pensieri!

Finalmente sabato.... e torno nella scuola a trovare i miei bimbi. La preside mi presenterà la nuova insegnante di inglese e io racconterò una delle mie favole...in inglese. Fighissima questa cosa, non l'ho mai fatta e credo che sarà super stupendo! Quindi con la mia sacca e tutti i miei racconti mi fiondo in scuola, come un bimbo, anche io, poiché ogni volta che l'odore del gesso, di carta, di pulito, mi sorprende, per me è come tornare a quel fantastico giorno in cui fui "assunto" per la prima volta come raccontastorie. Quindi corro impacciato e assolutamente felice verso la preside, le allungo la mano e gliela stringo e poi... si volta l'insegnante di inglese. Ebbene: sapete cosa succede quando incontrate qualcuno che mai e poi mai vorreste incontrare? Qualcuno con cui mai e poi mai vorreste passare del tempo? E la preside lo nota ed esordisce "bene, dallo sguardo credo che vi conosciate" e lei "Federico" ed io "dimmi". 
L'unica cosa che sono riuscito a dire di fronte alla ormai dissolta.... G
Ora insegnante di inglese nella scuola dove prima aveva una cattedra. 
E dunque, non potendomi fiondare fuori, giuro ragazzi avrei voluto piangere come un bambino quando la mamma lo lascia lì a scuola e lui proprio non vuole starci, dicevo con le mani in tasca, serio e completamente demotivato, la anticipo ed entro in classe mentre non so cosa diavolo mi stesse dicendo finché mi volto ed emetto l'unico suono che riesco a far uscire "mmmh".