lunedì 24 ottobre 2016

..e all'improvviso: autunno!

E finalmente è venerdì sera.
I miei due giorni sfumati, una cena giovedì sera tardi e sul finire, un tempo da lupi: perfetto per me!
E così rientro a casa, parcheggio la moto sul selciato, accendo il fuoco, mi metto comodo ed è già notte... Di nuovo in veranda: scende acqua da far paura ai lupi stessi. I lampi in cielo illuminano a giorno: scalzo sul porticato, il freddo mi sale fino alle tempie e... mi piace! E poi: relax! I pensieri ovunque tranne che lì dove sono, buttato sulla poltrona in veranda con il canoso che mi fa da coperta. La mano sulla fronte, occhi chiusi e con l'espressione di chi ha qualcosa da dire e poi "wow, non l'avevo mai vista così!"... non apro neanche gli occhi, ma sposto la mano sul petto e cito "è dunque vero che l'attesa del piacere è essa stessa piacere!" e dolcemente mi volgo a lei ed il resto...è storia!