venerdì 15 aprile 2016

.... di nuovo!!!

Tornati, dopo un'improbabile avventura,  ma che freddo ragazzi in vetta di questi periodi, comunque, scalate e passeggiate e infine pieghe e rientro per una doccia super rilassante prima del rientro alla normalità... dicevo appunto, tornati, lei riprende la via di casa, io riattivo la connessione con il mondo e scopro, in modo del tutto inaspettato, quello che definirei più...un colpo di coda di una storia frantumata e senza senso.... G. che esattamente due giorni prima, il giorno della fatidica partenza mi scrive, quasi nulla tra noi fosse mai accaduto "passo da te stasera, anche se non mi rispondi!"... e associo il fatto, la mia partenza per una gita fuori porta avventurosa, sempre al suo ritorno in Italia, in pratica: fuggo!
Per chi non ha ancora avuto modo di conoscermi lungo questi anni e magari mi legge da poco... lei è una fantastica amica con cui condivido il mondo del lavoro e sport estremi, G. invece è...no era, la mia donna di sempre....quella che definirei in sintesi: una brutta fantastica storia.
Quindi entro in casa...e per fortuna non c'è: immaginavo già che mia madre le avesse ceduto le chiavi in un impeto materno o per solidarietà femminile, ma non c'è...quasi mi dispiace... ma mi ravvedo subito... il mio letto, è disfatto!!!!
Butto tutto a terra, rispalanco le vetrate, metto su del sound confortevole, disinvolto e assolutamente senza alcun rispetto per ciò che avrei visto, entro in bagno.... e sento un urlo "scusami, scusami non volevo spaventarti...ma... !" e lei "Dio, Rori, ma fai un pò più di rumore quando rientri" ... "certo hai ragione, scusami...." e da bravo gentiluomo, con il mio Jack, esco e chiudo la porta... e faccio per andarmene, ma poi mi blocco, volto la testa là dove chiunque la pone quando cerca di ricordare.... ma... vuoto: ".... Ma cosa ci fa a casa mia?"...e perchè mai aveva dormito nel mio letto?