venerdì 10 gennaio 2014

Mini ski... una nuova passione?

E' interessante dover seguire la moda per lavoro, ma per passione diventa anche divertente, se non addirittura stressante! 

E' da un pò che sento parlarne e vedo, anzi incontro, gente assolutamente sportiva affrontare intrepide salite su questi strani mini sci da combattimento. 
E infatti incuriosito, con ai piedi ciaspole non più alla moda direi, anche se potrebbe sembrare il contrario, ma considerando il costo a cui è giunto un paio di racchette da neve direi che è quasi ovvio,  domando: "chiedo scusa, la disturbo solo un minuto, ma questi sci così piccoli?" e nell'avvicinarmi noto che in realtà non sono originariamente così ma sono stati indubbiamente adeguati. Il caso ha voluto che un prolisso quanto sfegatato montanaro, appassionato da ogni tipo di sport che riguarda neve e ghiaccio, e quindi credo che apprezzi in  modo assolutamente inequivocabile Crystallize della piccola ed energica Lindsey Stirling che vi consiglio vivamente di ascoltare e GUARDARE, comunque mi intrattiene per ben 45 minuti circa, minuti necessari a consentire ai tuoi sentori neurologici di decifrare un principio di assideramento a partire da una necrosi dei tuoi alluci dei piedi, a spiegare questa strana nuova moda!

Già ciaspolare non è quella che definirei esattamente una passeggiata, tuttavia ne vale la pena se si pensa alla discesa che ne seguirà. Ma partire con ai piedi questi mini sci, mi sembra alquanto estremo, ed io, gli sport estremi, vi assicuro li amo! Tuttavia la cosa mi ha incuriosito, e nonostante ormai il mercato offre diversi modelli di questi sci, utili a risalire costoni e scendere a brevi tratti o per passeggiate all'insegna dello scivolare, che direi già più interessante e sicuramente meno faticoso, dicevo molti appassionati riescono ad adattare vecchi sci a questo genere di sport tagliandoli!!! Ora mentre questo incauto tizio dal linguaggio chiaro e cristallino (quanto inglese appunto) mi spiegava a suo modesto parere la spettacolare funzionalità di questi "cosetti" pensavo all'uso e alla sua difficoltà reale di questi attrezzi.
Nonostante tutto, mentre ci si accingeva a risalire per una discesa di fondo, si facevano i commenti sull'improbabile utilizzo dei mini sci e sulla possibilità di affrontare alcuni tratti in risalita molto più facilmente che con le ciaspole. Così, sempre più incuriosito, vado ad informarmi e scopro che in realtà l'uso improprio del tizio altro non porta che ad uno sconsiderato ma naturale odio per la montagna, considerando al quanto fisicamente improbabile è riuscire a riscendere con degli sci così corti senza affondare nella neve fresca tra i boschi o nei fuori pista.

E' cosa certa dunque l'uso dei mini sci per chi fa uso dello snowboard: la risalita mono pala sarebbe improbabile e difficile ecco dunque un sotterfugio: minisci!

Così ho deciso: resto con le mie ciaspole e sci agganciati allo zaino per il mio amatissimo quanto modesto skialp.... 

Ci si vede lì.... tra questi incantevoli boschi innevati!!!