lunedì 29 dicembre 2014

Virus.... e torno bambino!!!!


Ci sono muscoli del nostro corpo che inconsciamente non conosciamo, ma che diventano inopportuni nell'esatto momento in cui il tuo corpo inizia la sua battaglia ai batteri, intrepido produttore di anticorpi a scopo benefico!!!
Ne ho sentite di tutti i tipi e di tutti i consigli: ma credo che l'idea di affacciarmi a petto nudo dalla balconata del castello all'alba del giorno del mio compleanno, non sia stata una brillante idea!
Soprattutto perchè a lenire le mie ferite da capriccioso bambino adulto, non c'è lei, colei che vorrei che fosse, bensì Teresa, mandata appositamente da mia madre poiché definisce me malato "insopportabilmente fregnone"! Teresa: la temo come fossi un bimbo che si presenta al cospetto di una maestra severa senza aver fatto i compiti!!!
E mentre sono lì febbricitante, senza riuscire ad aprire gli occhi ma tenendo saldamente aperta, il che è un controsenso, ma vi assicuro che era saldata letteralmente in quella posizione, la bocca!!!!
Respiravo a malapena! E Teresa insistente e severa: "bevi questo e adesso metti giù quest'altro"!!
Intrugli di vario tipo e qualcosa ricordava vagamente il miele! Poi verso le 20 esulta: "vado via signor Federico, le lascio la minestra sul tavolo, si alzi e la mangi perchè sennò non guarisce!!!"
Ma la mia domanda è: dove sono i miei canoso e palla di pelo???
Così mi alzo, avvolgendomi nella prima cosa voluminosa e calda che ho trovato in fondo al letto, sbircio tra le stanze e raggiungo il salotto: fuoco che scalda e screpita, albero di Natale che addolcisce ancor più la vista, luci tutte spente! Il canoso e la palla di pelo sdraiati davanti al fuoco accanto all'albero: che scena tenera!!! Ma non ho la forza per fotografarli e immortararli. E poi: bellissimo!!! La mia poltrona con sopra la mia coperta di pile, il libro e gli occhiali sul bracciolo e sul tavolinetto, incredibile, il mio Glen Grant....appena lo vedo, una strana sensazione, mi scappa un sorriso poi...di corsa al bagno: effetto indesiderato!!!!!!!!!!!

mercoledì 3 dicembre 2014

Chiara: dolcissima nel suo dolore!

Cammino a passi lenti, perchè sto pensando e arrivare vorrebbe dire dover smettere di ragionare. Ogni tanto alzo lo sguardo per sincerarmi di non essere avvistato da alcuno che abbia bisogno di me. Quindi proseguo, cercando la strada più lunga, inconsciamente o volutamente inconsciamente, quindi arrivo: sono davanti una libreria che si trova vicino ad un bar, dove lavora lei, Chiara! La mia dolce Chiara! Eppure, non c'è storia!
E' incomprensibile quanto un uomo riesca a farsi del male veramente con pochi pochissimi pensieri, non me ne vogliano le donne, tuttavia è così: spesso il nostro peggior difetto è anche il nostro miglior pregio ma vale anche il contrario!!!
La vedo, e resto lì ad osservarla: è bellissima, sorride a chiunque! Ha i capelli raccolti confusamente così come piacciono a me, ma non lo fa per me, i suoi classici jeans skin, sotto una camicia bianca che le lascia scoperto il collo, bellissimo e perfetto, dove dolcemente morbide ricadono alcune ciocche! Diavolo di una donna, lascia volutamente un'imperfezione che concede ad uno sguardo malizioso di intuire il suo gusto privato, romantico e sexy, a cui solo pochi accederanno. E una catenina, lì dove l'occhio continuamente di ogni uomo che le si trova di fronte cade: nessuno ne capisce il vero significato e nessuno si pone questa domanda. Tranne me "sei curioso Sig. Rori! Come mai lo vuoi sapere?" e la mia spiegazione aveva già intrinseca la risposta " una donna della tua età, tuttavia giovane, bella e attraente, che ama la vita, si piace e lo fa vedere, indossa per giorni senza mai cambiarla una collanina della collezione Bebè.... collezione di qualche anno fa!". 
Un bimbo, perso all'ottavo mese di gravidanza, e quello il regalo più dolce, l'unica cosa che ha tenuto da questa brutta esperienza, donatole da colui che in cuor suo sarebbe diventato il padre di suo figlio, ma era troppo il dolore per continuare una vita insieme. Solo qualche anno dopo saprà che anche lui ha lasciato questo mondo, nel dolore più grande, e con il male più comune, e lei, non se ne darà pace! Lei da quel giorno: non vive più! Eppure sorride e tutti le sorridono! Io muoio per lei, la sua forza, la sua bellezza, la sua capacità di resistere mi attraggono in modo pazzesco, vorrei stare con lei sempre, per cercare di comprendere, capire, nella consapevolezza di questa storia triste che l'ha uccisa, dice lei "per sempre Sig. Rori, qui" poggiandosi una mano sul cuore "non c'è posto più per nessuno!" senza versare una lacrima "le ho finite, Fede, un pò di tempo fa!!!". Dunque cosa la spinge a vivere ancora? Poichè lei in realtà vive, non sopravvive, come fa invece la maggior parte della gente che conosco, gente normale, con apparenti problemi comuni! Ed è a lei che dedico il mio post! Poichè non la vedrò mai più e so già che mi mancherà! Addio dolce piccola creatura!!!

Continuo per la mia strada, guardo dentro, mi vede mi saluta e continua a parlare con un qualche cliente che neanche vedo... le sorrido, uno dei più bei sorrisi che da tempo non avevo!
Prendo il telefono "Hei G. ci vediamo per pranzo? Dobbiamo parlare! Ho un'idea fantastica prima della tua partenza"


mercoledì 26 novembre 2014

Amici nemici amanti....

Ogni istinto verrà appagato se trova sfogo in ciò che lo scatena!
Eppure spesso....non ci basta! E ne vogliamo ancora!
Così, lo sfogo dell'altra sera ha solo temporaneamente appagato l'istinto incontrollabile delle 23.47 minuti, quando davanti la porta della mia casa mi fermo e non entro!!!! E piuttosto seguo l'istinto! Cammino verso la sua di casa.... semi vuota poichè la maggior parte delle sue cose sono nella sua "nuova vita", o così vuole far credere a se stessa! E quando ormai, nel freddo e nel buio, credevo di aver gelato ogni istinto, mi ritrovo davanti al suo portone, titubante, intimorito, impaurito o solo e semplicemente deluso da me stesso, poiché l'istinto, è a volte solo una debolezza celata! Non busso, non suono, temo di svegliarla eppure vedo la luce dalla finestra che da sul suo salone, di una lampada....lo so: sta leggendo! La sua passione incredibile, da sempre, la lettura! 
Ogni genere, mentre per me no, uno o forse due; ogni scrittore, io no, pochi pochissimi ed eccelsi,; lei anche poesie, io solo Shakspeare! 
E temo ciò che accadrà! La mia chioma umida, arruffata, mi da l'aspetto di un gatto appena investito da una macchina, e il mio colorito, pallido dal freddo pungente, mi inibisce: io così imperfetto davanti a le, mai! Eppure lo so mi ha visto anche in condizioni peggiori.
from Pinterest
E mentre mi volto incerto sul dafarsi, con una mano dietro la nuca e lo sguardo rivolto verso il cielo stellato, a bocca aperta, provocando le divertentissime nuvolette di fumo con cui i miei nipoti ed io gareggiamo sulle dimensioni, emetto forse qualche rumore strano poiché la porta stranamente...si apre! Mi volto sorpreso e lei è lì! Mi fissa, bellissima, con una mano regge la porta con l'altra regge a stento un libro!!! 
"Ma avrà almeno 1000 pagine, che roba leggi?", "Fede, eccoti....". 
E comincia una strana notte da amici/nemici/amanti: sguardi, sorrisi imbarazzanti, due bambini, cominciamo a parlare lì, senza muoverci, a ridere e scherzare, a raccontarci cose e cose della nostra vita, di noi due, delle cazzate fatte, abbassando lo sguardo per non beccare l'emozione, per celare il desiderio, seduti lì nei gradini al freddo, lei avvolta nella sua coperta rigorosamente rosa, e io lì al suo fianco, e una colonna sonora che mi ripete in testa "caldo freddo in un secondo solo.... come se con me fossi sempre stata, come se ti avessi sempre conosciuta...ma la meraviglia è che ti ho incontrata!!"... e mi alzo "ho il culo gelato! Vado a dormire, domattina ho una consulenza alle 8.30 in centro! Ci si vede G." e lei dolcissima "Si Fede, credo proprio di si: ci si vede!" e la lascio lì... per assicurarmi solo poco dopo che sia rientrata in casa!


E non mi basta! 

martedì 18 novembre 2014

Come si veste Federico???

Follie di questi tempi!!!! Serata con amici, ma dal mitico Boh!!! Se penso a quando esattamente ho dato questo nome al mio amico, non riesco a ricordarlo! Forse dai tempi dei tempi, forse ancor prima che rilevasse il bar di.... Mario (questa sembra fatta apposta, ma vi assicuro che noi... ci si vedeva da Mario!!!).
Ebbene serata scontata, a parlare di cavolate megagalattiche e di avventure estive. Qui non è un bar da sabato sera: ma è il nostro mitico bar!!!
Ogni tanto, di passaggio, entra qualche insolito cliente che fomenta storie e altro.... tali da riempire la serata!!! E il mio amico Tony trova subito un argomento interessante: Come si veste Federico??...no perchè, dice lui  a guardarlo bene andrebbe imitato!!!
Di nuovo barba incolta, ma assolutamente perfetta, e i capelli di nuovo ...impresentabili al cospetto di una donna semmai avesse avuto il coraggio di entrare! Per non parlare della mia mise: assolutamente perfetta ma nello stile canadian boy....che quest'anno, ebbene si, fa tendenza!!!!
Scelta non a caso, e assolutamente in sintonia con la natura che in questo posto ci circonda....
Anche qui, consapevolmente beffarda, dopo giorni di dannata pioggia, la fiumara scesa a valle ha portato con se la Signora Morte, e noi, qui in altura protetti altresì da colei che da e che toglie: Madre Natura!
Ora, a parte questa opinabile conclusione sugli scherzi della natura, qui il freddo è già piuttosto pungente!
Quindi ci si scalda in compagnia anche dei nostri scotch preferiti.
Tra una risata e l'altra, tra una cazzata e l'altra, entra un tizio tutto preoccupato: "se continua così viene giù la montagna!". Io poggiato di spalle con i gomiti sul bancone lo osservo: un omone conosciuto da queste parti, poiché è il benzinaio del paese di sotto!!!
Si gira verso di me, mi fissa e mi fa: "tu fai il boscaiolo?! Che aria tira lassù???".... ok, la mia mise ha avuto l'effetto desiderato!!!! Boh scoppia a ridere e a stento anche io trattengo una fragorosa risata, al che l'omone mi osserva e insiste "Speriamo che non ne hai tagliati troppi di alberi quest'anno o viene giù davvero tutta la montagna!" e scoppia a ridere anche lui....

Prendo la mia giacca, infilo il cappello: "ciao ragazzi vado a tagliarmi i capelli!!!" e fuggo alla ricerca nella notte di un altro sfogo.... e lo trovo!!!!








venerdì 7 novembre 2014

Un nuovo scotch: e il gusto inconfondibile delle cose belle!!!


E dopo l'annunciata bufera, che bufera non è stata, eccomi di nuovo qui, con il mio solito..... e invece no! Inconsueto, inusuale ma sempre in solitario ma nuovissimo scotch whisky...ma il gusto non cambia!

Freddo, veranda, poltrona prediletta, canoso sdraiato sul legno del pavimento, fuoco acceso in casa che intravedo, con davanti il gatto che si crogiola al calduccio, foglie gialle che cadono e vestono il parco intorno a casa, una coperta per ripararmi dal freddo, poichè col fuoco si sta bene anche con una t-shirt... ma fuori!!!!
E apro consapevole del mio gesto la mitica bottiglia di un nuovo, mai provato prima Tenesse scotch whisky.... mica girerò il mondo solo per la moda!!!! Cerco lo stile anche nei punti più disparati del mondo e pur sapendo di fare un'acquisto ottimo sono andato alla ricerca nel web di questo brand d'eccezione (per me). Origini scozzese ... o meglio, lo scotch è di origini scozzesi ma il brand in questione è assolutamente Americano!!!!
Il gusto pieno, il prezzo anche.... ottimo per i miei afterhours e  in buona compagnia!
Sorrido e sorseggio, con un sottofondo inconfondibile, il sound dei vecchi tempi, Joe Cocker e una delizia per il palato!
Mentre il freddo diventa più intenso soddisfatto e appagato ripongo la bottiglia al fianco di uno dei miei prediletti: Jack Daniel's. Tuttavia godo ancora un pò del fuoco che si è acceso dentro al gusto forte e deciso del Dickel e mi lascio travolgere da una ventata di freddo! Chiudo gli occhi, un solo pensiero..... 



mercoledì 5 novembre 2014

Il risveglio...raccapricciante!!!

E' piuttosto chiaro che non sono più nell'era in cui trovavo assoluta concentrazione ascoltando musica rock sparata dalle cuffie del mio stereo anni 80.
Piuttosto tendo a rilassarmi con un pop rock della piccola Stirling, che oltre a darmi il senso di assoluta pace e rilassatezza, ahimè ciò non vale per l'ultimo capolavoro, mi consente di trovare quella concentrazione tale da creare "mostri" dell'arte di vestire ispirato dallo stile. 
Risveglio
E così, nel mio studio con la musica a volume insostenibile per chi invece cerca di godersi ancora un pò il tepore sotto il piumone, ancora stanca per aver concesso l'ultima speranza, con indosso i miei comodi, ma pur sempre e inequivocabilmente glam, pantaloni felpati sportivi e una maglia che concede ad uno sguardo attento, concedetemelo, di ricredersi sul fatto che io sia sulla soglia dei 40... con i miei classici capelli ordinatamente fuori posto, il mio dettaglio imperfetto, grazie agli stili proposti, se vogliamo, delle ultime stagioni di moda, e barba leggermente incolta, mi accingo a preparare la shopping lyst di una delle donne più "in" della città.... peccato che nessuno sa che sono io il suo mentore, e la cosa mi diverte!!!
La musica viene dapprima scelta con cura, dato il momento, dato il compito da svolgere o le scelte da fare e dato il tempo fuori: freddo! E mi piace ancor di più. Accesa la mia stufa a pellets, ma sapientemente aperta la finestra che da sul boschetto, eccomi preso da euforia da lavoro grazie ai residui adrenalinici concessi da una presenza inquietante: G.
Pinterest
Non devo pensare: fa tutto da sola! La sensazione di essersi liberato di un peso mi lascia inconsapevolmente e piacevolmente.... disteso e rilassato.... e so per certo che tra un pò potrebbe accadere una catastrofe!!!! Infatti: suonano alla porta! Bello più che mai apro "Ciao: entra, hai fatto colazione?"....ops....tutti si domanderanno: come mai Chiara all'alba di un giorno qualsiasi viene in casa mia? "No, accetto volentieri un cappuccino con cornetto caldo....che ho appena comprato al bar del tuo amico giù in paese!" ed esordisce vittoriosa ...ma che incredibile e bellissima sorpresa: i cornetti caldi del mio "Boh!".... e inevitabilmente compare anche lei, tipo zombie, avvolta in un mio maxi cardigan, e dolcissima e sorridente Chiara la invita "Ciao, ti va un mega cornetto caldo del bar di "Boh!"?".
Lo sguardo tra il sorpreso e il "che cazzo ci fa lei qui", mi fa sorridere e quindi evito decisamente i suoi occhi! Piuttosto comincio il rituale della colazione!!!
Bastardo o no, queste sono piccole soddisfazioni di un uomo, romantico...ma incazzato: due donne in casa, una semi nuda e l'altra con il cibo caldo!!!!

Ed ora mie care amiche: uccidetemi pure!!!!

lunedì 3 novembre 2014

La prova del nove!

Il Mondo di Andy
E' vero, sono stato precipitoso, oppure no, solo e semplicemente onesto!
Mi pare di aver messo la parola "fine" fin troppe volte a questa storia, per poi ritrovarmi di nuovo da capo, senza aver mai bene inteso quale fossero le reali intenzioni della mia dolce amata, cos'altro in fondo, pur avendone vagamente il sospetto, senza però mai averne conferma, tale da rendermi consapevole della decisione che avrei voluto prendere.
Quindi l'ho buttata lì! E ancora uno schiaffo! Credo di avere le sue 5 dita piantate sulla mia guancia per l'ennesima volta... anche se non c'è stato reale contatto, tuttavia il dolore in quel momento credo sia stato il medesimo! E si sa, quando possa essere bastardo un romantico...quando si incazza, e tale sono stato, per ricadere così nel perfido gioco delle parti, che porta solo alla consapevole usura di ogni rapporto, semmai possa essere definito tale un odiarsi/amarsi fin dai tempi della scuola!
Poiché è notevole il modo in cui lei si precipita al mio cospetto solo quando non ha nulla di meglio da fare o sente che potrebbe perdermi! E' altresì ingannevole il modo in cui la sua sofferenza, per la mancata espressione di affetto, non fraterno, riesca in qualche modo a farmi sentire in colpa. Ma la cosa che maggiormente mi coglie impreparato è il modo in cui io, schivo per eccesso di difesa ad ogni donna che abbia in qualche modo voglia di intraprendere con me una sana relazione allo scopo di crescere secondo usi e costumi propri della nostra società, ceda inconsapevole, o masochista, al suo cospetto ogniqualvolta ella si presenti di nuovo a me!
E alla sua risposta: "ma adesso io vivo a Londra!"  come avrei potuto non essere più bastardo e consapevole rispondendo "bene allora non ti dispiacerà sapere che mi vedo con un'altra donna!!!"... per sentire, scontato e assolutamente aspettato il click della cornetta sbattutami in faccia!
Ciò che invece è stato inaspettato è stato sentire suonare alla porta e capire immediatamente di chi si tratttasse visto il canoso scondinzolare lì davanti felice e assolutamente contento...
Aprire la porta, sentire il bruciore sul volto della sua mano, stavolta reale, e trovarmela tra le braccia credo sia stata una frazione di secondo....

E ancora.... di nuovo dolore...

mercoledì 29 ottobre 2014

Decisioni e scelte

Così l'ho conosciuta, così la ricordo, così la vorrei ancora!



Di nuovo davanti alla mia vetrata che da sul selciato! E' quasi buio, il mio J&B sulla mano, l'altra in tasca, inutile, il gatto che fa le fusa passando tra i piedi della poltrona per svenire inconsapevole su un cane enorme già addormentato, il cui unico scopo è accocolarsi ancor di più su se stesso, lasciando cadere così il gatto....
Milleeuno pensieri, sempre i soliti.... liquidata G., pur non sapendo ancora cosa l'avesse riportata in Italia, liquidata anche Chiara, ma senza farle capire troppe cose, cerco di fare ordine su questo...deja vu.... e poiché tale è, so già il finale!!!!!
Biblioterapia
E quando finalmente il contrasto dei colori all'imbrunire svanisce ed ogni cosa si fonde con l'altra fino a divenire un tutt'uno con il buio che penetra ovunque, lampante e cristallina compare l'unica azione da compiere!!!!
E' inutile fuggire ancora, inutile anche cercare di capire ancora, tentare e provare, ragionare e ad ogni nuovo inizio torna lei che ne determina la fine!
Non sarà G. questa volta a determinarne la fine! Sarò io!


La chiamo! Due domande: "Hei ciao, come mai in Italia?"...so già la risposta e sarà solo colpa mia se ora sta male!!! E poi la seconda: "Ah si ok: mi vuoi sposare?"

martedì 21 ottobre 2014

I diluvi....nel cuore!!!!

"I diluvi servono per dare un bella pulita..... un pò come i virus mortali!!" quanto mi arrabbiavo da ragazzo quando mio padre tranquillo e inamovibile sulle sue convinzioni asseriva le sue affermazioni da uomo d'esperienza. Come poteva dire una cosa del genere, proprio lui che avrebbe potuto essere un "umano" come gli altri e ahimè vittima di catastrofi come le due da lui definite "per fare pulizia"! Eppure non aveva tutti i torti!
Ricordo che per quanto avverso e controverso fosse per me il significato di questa affermazione, non lasciavo che mi entrasse il vero significato contenuto in quelle parole, il mio unico pensiero era il dolore della perdita causato da simili calamità: inconcepibile, inaffrontabile e inestimabile!!!!
Eppure lui chiudeva la mia incontrollabile ira con: fattene una ragione!!!
E temevo ancor di più questa ultima indisponente frase imperativa e assolutamente inaccettabile per me! 
E ora? Ora temo ogni cosa, ma so, ho la piena consapevolezza che comunque possa accadere anche a me!!! Per questo cerco sempre di godermi ogni giorno come se fosse l'ultimo... ma inevitabilmente nella vita di ogni giorno accade qualcosa per cui questo pensiero svanisce in men che non si deca, fino all'evento successivo, che mi rende di nuovo consapevole!!!!
Così qualche giorno fa una strana telefonata: "Pronto?" - "Fede sono io!". Confesso: mi si è gelato il sangue! Credo anche di aver cambiato colore, o forse modo di respirare perché Chiara preoccupata mi guarda e chiede spaventata cosa fosse successo: telefonata inaspettata nel momento meno opportuno. Ora immaginate la scena: domenica mattina, colazione nella mia veranda, con la pioggia romantica che accompagna  risate e dolci parole, dopo una cena finita nel migliore dei modi...con Chiara!!!!
I Sentieri del cuore
"Puoi venirmi a prendere? Sono alla stazione! Vieni in moto ti prego!".
Ora in questo esatto momento tre erano le domande che mi frullavano per la testa: perchè mai devi pensare che io sia disponibile sempre e in qualsiasi momento? Perchè mai dovrei venire in moto visto che diluvia fuori? Ma soprattutto: perchè sei in Italia adesso?
Ora, mentre cercavo di vivere il mio weekend come se fosse l'ultimo mi è parso evidente e cristallino che si stava per abbattere su di me una catastrofe.... essendo io ottimista, altresì, mio padre la definirebbe un'apocalisse!!!!

E concludo: "Hei G. ciao, scusami ma sono impegnato oggi: puoi organizzarti in altro modo?" e di nuovo un tonfo al cuore: la stavo liquidando....di nuovo!!!!!




mercoledì 15 ottobre 2014

Ricordi...

Nei pomeriggi domenicali quelli in cui lo sport prediletto si chiama ozio e la clemenza del tempo è senza ombra di dubbio solo temporanea per poter azzardare un'uscita in moto, l'unica prospettiva valida è restare a chiacchierare piacevolmente con i miei, e il resto della mia famiglia!  
Finché non arrivano le brillanti idee di mia madre che dal nulla riesuma un vecchio album di famiglia...quando ancora andava di moda la Kodak e il digitale era solo un sogno lontano!!!

Mio padre la guarda e sorride e i miei nipoti interrompono la loro attività prediletta, usarmi come parete per arrampicarsi,  per correrle incontro, mia sorella esulta, al pari dei suoi cuccioli, battendo le mani, e io... vorrei nascondermi!

Prima i classici convenevoli tipo "qui eravamo a Strasburgo ricordi Deddy?" e come potrei dimenticarla... c'è un pezzo della mia storia lì! Oppure il classico: "noooo nonno con i capelli lunghi!!!" confesso non si poteva guardare, gli anni 70 sono stati deleteri per l'immagine dell'uomo, benché anche io li avessi lunghi fino a qualche mese fa, almeno la moda e gli stili di questi tempi sono molto più clementi di quelli di allora! E sul finire, tutti attorno alla poltrona di mio padre, come quando eravamo bambini e ci spiegava o raccontava le cose: mia madre sul bracciolo di destra, mia sorella sull'altro ma adagiata su di lui e io, sul tappeto appoggiato sulle sue ginocchia, ecco spuntare la mitica foto di mia sorella: chi non ricorda Linus di Snoopy??? Ebbene si, fino alla veneranda età di 7 anni, più o meno la ricordo così: incantevole e dolcissima! Per poi trasformarsi nella mitica Mafalda!!!! 




Buon ricordo a tutti!!!! 



martedì 7 ottobre 2014

Lo sport: insano!

Ed è così: quando arriva l'autunno non trovo nulla di più splendido che andare a correre lungo i viali nei pressi della località dove vivo, in cui gli alberi, già rossi, foderano le stradine di queste foglioline scricchiolanti e dai toni caldi dell'autunno che arriva.
Correre: sport assolutamente sano se fatto all'aperto con un cane che ti segue e se incontri incantevoli donne alle prese con i gelati mangiati queste estate!
Peccato che di solito la mia corsetta ha degli orari insani: le 5...del mattino! Voglio dire: fuori è buio pesto... Quindi sposto l'orario alle 6.30, rischiando di non riuscire a fare in tempo ai primi appuntamenti del giorno, ma.... la corsetto del primo mattino, si sa, è la più salubre di tutte e i benefici si propagano lungo l'arco di tutta la giornata!!!

Così, sveglio il canoso che mi guarda, quasi a volermi dire "ma lo vedi che sta solo albeggiando!???"... ma insisto, cercando di scaldarmi saltellando sul posto, il che fa ancora più strano agli occhi del mio amico a 4 zampe, che non ne vuol sapere di schiodarsi dalla sua cuccia e così, parto da solo, mentre il micetto peloso mi osserva allontanarmi dallo steccato della veranda di casa, con gli occhietti ancora appiccicati ma sicuramente dopo aver già pappato la colazione, poiché si lecca i baffi e il suo pelo è tutto arruffato, segno che ha goduto di qualche delizia!!!
Non faccio neanche 100 metri e mi sento chiamare "Fede!"... diamine, rallento senza fermarmi: "Toh, anche tu la mattina presto? Da quando?". Dovrei rispondere da sempre, salvo periodi sfilate e inverno inoltrato, quando l'orario si sposta cioè all'imbrunire o solo al fine settimana! "Ehi Ciao! Beh... da sempre, salvo periodo sfilate e d'inverno, per cui vado all'imbrunire o solo nel week-end! Tu invece?" e lui candidamente "aaah io da stamattina!!!"... appunto! E si va insieme! in silenzio, lui è piuttosto affannato... io evito discorsi inopportuni... finché eccola: bellissima, si avvicina con il suo stile felino, impeccabile come sempre nei suoi vari completi sportivi, musica alle orecchie, scarpe sportive sempre come se fossero ogni giorno un paio nuove, un pò troppo nuda, considerando il freddo ma è già color porpora in volto, quindi deduco sia da un pò che corre... e come ogni nostro incontro il saluto con sorriso fugace e nulla più! Ma.... diamine di un amico: "wow, Chiara! Ecco perchè sei così splendida ogni giorno di più, anche tu ti tieni in forma?". Costretta a fermarsi, sorride, con il fiatone, si toglie le cuffie e allunga la mano per salutare: "Lucio, ciao, da queste parti come mai?" e cominciano a chiacchierare... ma io non mi fermo e avanzo lentamente, finché: "Fede!"... nooooooo!!!!!! Finisce la magia degli incontri fugaci e dei sorrisi, alla ricerca degli orari più improbabili per incontrarla, solo per allietarmi la giornata e nulla più: torno indietro, sorrido e con il fiatone "Piacere Federico, Federico Rori!"...

Ma, non tutti i mali vengono per nuocere e stasera: cucino io... non è che è questa cosa del cucinare a portarmi sempre sfiga con le donne????!

venerdì 3 ottobre 2014

Mio padre, io.... e le sue profonde convinzioni!

E di nuovo... autunno... e torno a casa!

Il rientro dalla mondanità è sempre molto piacevole, soprattutto perché segna in questo periodo l'inizio dell'autunno e una giornata tra uomini: mio padre ed io!

L'età che avanza lo segna sul volto, ma l'espressività e la bellezza di un tempo sono ancora lì, l'austerità e lo stile distinto e per bene che lo hanno sempre caratterizzato non lo hanno mai frenato dal concedersi ampi spazi di giochi con noi, suoi figli, ed ora con i suoi pestiferi nipoti.

Odia il nome con cui mi chiama mia madre eppure anche lui mi chiama così e spesso sogghigna nel pronunciarlo, a voler prendere in giro la donna che da sempre è la sua esatta e corrispondente metà: una mela, assolutamente perfetta!

Ci immergiamo nella natura che accompagna il tragitto che ci porta sino a casa ed esploriamo nuove strade: si ride, si parla di politica, delle nuove scarpe che ha comprato, della scuola appena iniziata, di G....con il suo "e sposala cavolo...", e infine si sparano cazzate sui luoghi comuni.

Porta con se la macchina fotografica, sempre, e sul calare della sera ci immergiamo in uno sperduto ristorantino chissà dove, posto in cui l'ululato dei lupi è sempre ben gradito.

E ci godiamo, tra un brunello e un cosciotto, la piacevole vista delle foto scattate nei giorni in mia assenza e quelle scattate durante il tragitto....poiché il ritorno lo faccio tutto io: lui si gode il panorama!!!
Tra una foto e l'altra, nipoti, mia sorella persino uno scatto rubato alla mamma...come è bella... c'è anche il canoso e poi eccola: una foto inaspettata! Bellissima foto di una G. sorridente vicino a mia sorella mentre sorseggia, gradito, il mio Glen Grant... beffa!
"Rori... e questa?" domando quasi infastidito! E lui divertito ma sempre austero e caparbio: "ah si, l'altro giorno è venuta a farci visita ed è rimasta a cena! Ce ne sono altre guarda...".
Bastardo... e lo guardo e lui, capisce l'insulto, pensato, e imperativo con la testa appoggiata sul pollice e l'indice della sua mano, ordina: "va su e riportala qui!".


lunedì 22 settembre 2014

Londra: sono a casa...

Perché, lei, Londra è la mia seconda casa e sempre Lei, la mia G.,  vive ormai qui... o forse no!
Ma non mi faccio prendere dai sentimenti e nella mia seconda tappa vivo e respiro l'aria fashion che anticipa questa fashion week europea, e mi mimetizzo tra gli street styler... e divento un fashion victim, anche in modo ossessivo ed esagerato! Bellissimo!!! Mi fotografano... magari qualcuno di voi mi vedrà su qualche fashion blog o qualche sito di fashion addicted. Di solito ci finisco sempre!


Tra un'attesa e l'altra, eccomi a leggere le mie fiabe nella scuola prediletta dal mio mentore londinese!

Lasciar andare
Anche qui sono famoso, per le favole di mia invenzione: ed è tempo di idearne di nuove! E ne ho tante in mente ma una in particolare mi martella la testa, come se volesse uscire fuori a tutti i costi, e così, senza leggere, davanti ad una ventina di bimbi che prestano attenzione al mio inglese lento e un pò maccaronico, improvviso.... ed eccoli, silenziosi, concentrati, stupiti ed estasiati, a tratti impauriti, altri tristi, in taluni casi sorridono perfino ma in altri alcuni di loro asciugano le lacrime! 
Dolcissimi e sinceri!
Eppure non così piccoli per pensieri profondi e mai troppo grandi!

E così uno di loro si avvicina e mi chiede: "perché? Perché se sono favole non puoi farla finire in un altro modo? "
"Ma non posso, poiché questa storia ha del vero!" rispondo!

Ed allora insiste: "ma si possono sempre sistemare le cose, no?".

Ora ditemi voi amici carissimi: si possono sempre sistemare le cose?


Torno nel continente, Milano e sono qui! Ma tra una sfilata e l'altra continuo a pensare a quella domanda,  pur sapendo già la risposta!




martedì 2 settembre 2014

Piacevoli...incontri!

O inaspettati! Comunque vada sarà un successo, poiché era da tempo che non mi accadeva di essere riconosciuto da qualche mia vecchia amica...o fiamma, soprattutto sfoggiando il nuovo look western boy!
Infatti: tagliati i capelli e riposti in ordine, lasciata la barba incolta ma assolutamente perfetta, per quanto una barba può esserlo, mi appresto a prepararmi per i nuovi eventi in le settimane della moda di questo settembre. Bagaglio sempre pronto, un numero non identificato di camere di hotel prenotati, comunicatemi strada facendo, e una decina, le prime, di tappe segnate da fare obbligatoriamente, o per puro piacere.
Mi piace questo lavoro! 
Lascio la mia casa in balia del tempo, inclemente a quanto predetto in questa stagione, e già mi manca: adoro l'inizio del freddo e le prime giornate autunnali e questo anticipo di stagione mi ritorna a quella sensazione e lasciarla mi desta nostalgia.
Ma bando al romanticismo, mi armo di carta, penna e macchina fotografica e mi avvio per la prima fase del mio lavoro mondano!

Il mio look? Non lo indovinereste mai! E proprio mentre mi accingevo mimetico ad immortalare vizi e virtù della città prima tappa della moda..... NY City, mi compare sull'obiettivo una donna dallo stile superbo e stranamente non Americano!!!
Non che gli Americani non ne abbiano uno, ma era troppo alla moda Made in Italy per essere una newyorkese. Quindi: tolgo lo sguardo dall'obiettivo e lei, se ne accorge! Così mi guarda incuriosita, e mi scruta, fino a sorridere e avvicinandosi sussurra "non ci posso credere, sei proprio tu: il MIO Federico Rori?". Mi volto, come se non stesse parlando con me, eppure di Federico Rori, definito con un MIO potrei essere solo io, e sorrido alla George, però so assolutamente di non esserlo.
The Best of New York Urban Photography
Lei, una donna poco più giovane di me, a New York lei ci vive e lavora. Mi contattò tramite un'agenzia Americana che mi idolatrava come sex symbol per eccellenza tra i personal stylist del made in Italy, e lei, originaria di Firenze, malinconica e triste, colse al balzo proprio questo periodo di pre-sfilate per fissare un appuntamento con me: iniziava la sua ascesa come PM in un'azienda internazionale con sede a NewYork e voleva essere all'altezza di ogni aspettativa, anche dal lato dello stile e portamento. E li sono entrato in gioco io! 
Una delle storie di amicizia/amore più belle che io abbia mai avuto. Perché? Perché entrambe sapevamo che sarebbe finita! In realtà fu solo un'intensa storia d'amicizia ! Infatti subito dopo terminato il mio lavoro lei mi chiese di essere il suo boy friend da presentare ad una cena di gala dell'azienda dove lavorava, stile film. Ed io accettai!!! 
In realtà lei era già una donna di una gran classe, io feci ben poco: la resi solo più sicura di se e delle sue scelte in fatto di stile: bellissima, capelli sempre perfettamente in ordine, mai tirata, ma sempre elegantemente perfetta con il suo unico dettaglio imperfetto che mi fece uscire fuori di testa: il piercing sul suo bellissimo sopracciglio! Non ci fu verso di farglielo togliere! E me ne innamorai: ma lei non lo seppe mai, e non lo dovrà mai sapere!!! E quel piercing è ancora stranamente lì!!!!
E prima che i riflettori diano il via al frenetico ritmo delle settimane della moda, mi tuffo nel passato con questa splendida donna!


Buon settimana della moda a NewYork amici del WWW!!!

lunedì 25 agosto 2014

Fantasmi e .... torno un pò bambino!

Nelle notti d'estate spesso tornano a farti visita i fantasmi del passato, quelli che ti tormentano, quelli che non ti danno tregua e ti si ripropongono quando meno te lo aspetti, o meglio, proprio quando non è il caso!
Spesso fai finta che non esistano e purtroppo c'è sempre qualcuno pronto a spiattellarteli in faccia!

Le mie vacanze quest'anno hanno lasciato un pò a desiderare, tra l'altro qui dove vivo con la mia famiglia è già freddo.... e a me piace!
Quindi dopo un girovagare tra escursioni e arrampicate senza muovermi troppo da qui, torno da mamma!!!! Dite la verità: vi ho fatto un pò tenerezza??? 
Così le ho chiesto di poter tornare da lei qualche giorno così avrei potuto aiutare mio padre in alcuni lavori intorno casa loro!
E così una notte sono rimasto a dormire nella mia mitica ....cameretta! Dite la verità: ora vi ho proprio conquistato!
Lo confesso: sono un tenerone dal cuore romantico! 
Abbandonata ogni sorta di tecnologia ho passato una splendida vacanza....dai miei! Con i miei nipotini intorno e mia sorella che non faceva altro che punzecchiarmi sui miei difetti, sempre tali, dall'epoca infantile!!!
Un paio di volte lo confesso, l'avrei uccisa, poi però una sera siamo rimasti tutti lì ed ecco i fantasmi del passato!!!
Nonostante un Jack Daniel's tenuto saldamente in mano, la mia barba e i miei capelli in preda ad uno stile tipo testimonial "Trivago"... ma molto più Pitti Uomo, nonostante il mio impeccabile stile, elegante e sobrio ma in sintonia con la casa dei miei, eccoli tornare alla ribalta! Nipoti a nanna e solo adulti al cospetto delle mie grossolane esperienze di vita prima di diventare quello che sono!
Ma se vi dico che ero un impacciato effeminato ragazzo timido e introverso con l'apparecchio ai denti: voi, ci credete???????

Buon rientro a lavoro amici del WWW!!!

mercoledì 30 luglio 2014

Senza pretese!

E pochi ma buoni propositi!
Il primo? Ricominciare a vivere, per me stesso, senza troppe pretese, così...come viene! Ogni tanto serve! 

Ero lì, da lei ma ci vediamo poco, loda la mia cicatrice e sul finire mi caccia dalla sua casetta fuori mano, e per "fuori mano" intendo...fuori mano da ogni cosa possa essere a portata di mano, strada compresa!

Tuttavia mi godo la mia vacanza un pò in solitario ma si avvicina il momento dell'addio! Un altro! Non li sopporto più! E' un trascinarsi inutile di sentimenti a casaccio: amore, odio, simpatia, strategia.... e questo lo so che non è un sentimento ma spesso va a braccetto con tutto il resto!
Quindi? Torno a casa: 15 giorni giusti giusti per organizzare uno shooting fuori mano, di nuovo: questo mio vivere mi piace, e finisco in Irlanda! E qui: caxxo che freddo!
Ordunque sui post della pagina ufficiale dell'agenzia dove lavoro e per la rivista dove cito spesso la moda è facile individuare quale sarà la tappa successiva di un personal stylist o forse lei è semplicemente molto attenta, poiché mentre, inevitabilmente, flirtavo con la modella di turno grazie al mio stato "barbone", così una cara amica del WWW mi definisce, in una risata sempre nello sfacciato stile "potrei vagamente somigliare al perfetto Clooney" volgo lo sguardo dietro e la vedo lì! Ho un deja vus! Per forza: è già successo altre volte!

Mi volto, mi scuso con la ragazza dagli improbabili occhi verdi (se non c'è photoshop....ci sono le lenti a contatto) e dai strepitosamente, e alquanto sospetti, folti capelli castani e lunghi perfettamente in ordine (se non c'è photoshop, le ciocchette possono porre rimedio), e mi accingo ad andare verso G., sempre e solo G.  dopo una pausa che sembrava la via di fuga con Chanel , ancora G.

Mi vede arrivare, si agita e sul finire mi corre incontro e mi strozza in un caloroso e strano abbraccio!!!

Quando riesco a scollarla noto che è in lacrime, come una ragazzina, sta piangendo disperatamente, singhiozza e mi preoccupo! Si accascia su se stessa e si dispera! Era lì perché? In quello stato di disperazione mi ha raggiunto in Irlanda, perché?
E infine, tra una frase mozzata e una parola uscita di getto riesce a farmi capire: portami a casa!
Vi confesso che ero sbalordito... attonito e assolutamente in uno stato di incomprensione totale non riesco neanche a chiederle il perché, semplicemente l'abbraccio!
Voglio dire: ha fatto un trasloco epocale, ha salutato con mega festa tutti i suoi amici e parenti. Ha dedicato una sua giornata d'avventura a me! La cerco a Londra, mi confessa che è felice.... dunque mentiva! Fingeva! Soffriva in realtà! Neanche un mese! 
"Prova a resistere?" le sussurro! "Sei forte, ce la puoi fare!".
Ricordo giusto i suoi grandi occhi che mi guardano sgomenti, e questo è uno di quei momenti in cui è necessario domandarsi perché, no dico, perché avrei mai detto una cosa del genere?

Perché lei è così! Non sarebbe mai partita se non lo avesse voluto veramente! Io le ho portato solo un terremoto dentro e si sente sola ora...ma ha solo bisogno di essere incoraggiata!

Buona vita mia dolce G.

Io? Per ora ho licenziato l'improbabile e finta modella!!!




lunedì 21 luglio 2014

Un bacio in fronte!!!

Dicono, o meglio, dice, lei... che l'uomo con le cicatrici è più affascinante! Io dico che sono un coglione!
La discesa dallo "sperone" non è stato affatto facile anzi...direi piuttosto dolorosa! Il risultato è stato: gomito fracassato, gamba disintegrata e 3 punti sul sopracciglio... classico stile "bimbo che cade dalla bicicletta". Sono io!
O come dice lei: "sei tu eccezionalmente unicamente tu!!!!".
Ed è partita! Eh si: un bacio in fronte e se ne è andata! Mi ha lasciato seduto in veranda di fronte al boschetto al fresco, mi ha sistemato il cuscino dietro le spalle, mi ha chiesto se mi servisse qualcosa poi si è voltata, ha esitato un pò è tornata da me, bacio in fronte e se ne è andata!
No ripeto: se ne è proprio andata!
L'uomo che guardava il mare
Credo di essere ancora seduto qui a ripetermi: se ne è andata! Senza riuscire a capacitarmene! Voglio dire: se fosse un film probabilmente avrei fatto un ultimo disperato tentativo, fiondandomi all'ultimo minuto all'aeroporto, non azzeccare immediatamente il check in giusto, quindi girare nel panico finché vedendola tra gli altri passeggeri l'avrei chiamata, strillato il mio amore e lei non sarebbe partita! Ma questo non è un film e lei, semplicemente è partita!
Ora mi domando: quale maledetto orgoglio rende un uomo così immensamente idiota? Beh, vista la situazione nessun orgoglio, solo una fine preannunciata! Lei ha fatto tutto il casino, io l'ho mandata via, quando l'ho cercata lei non era più lì per me, giusto, ma poi torna.... non sarebbe G. lo ammetto, se non fosse così...difficile!


Buon viaggio G.!


Toc toc.... non sarà un film...ma sono appena atterrato a ...Londra!!! ;-)

mercoledì 9 luglio 2014

Istinto...incontrollabile!

L'essere umano segue l'istinto: sono le buone maniere che lo spingono a tenerlo a bada!
Sono certo di questo, nonostante la mia etica, la mia cultura e la mia educazione mi insegnino che è molto più saggio non seguire l'istinto e ponderare ogni scelta! 
Ma quando parliamo di natura, di motori e di donne, questi pilastri vanno letteralmente a farsi fottere!
Pazzo? Nient'affatto: uomo!!!! Semplicemente un uomo messo di fronte ad una scelta dove inequivocabilmente l'istinto ha avuto la meglio!
E penso a quante volte, morso in gola dall'affanno di avere trattenuto a forza qualcosa di assolutamente naturale, mi sono ravveduto e incoraggiato dicendomi: è più giusto così!
E invece ora mi sento stranamente libero, peccatore, ma libero!
Già perchè, dopo un giro in moto, la paura e la strana eccitazione che la situazione mi ha provocato, siamo giunti nel posto più bello al mondo, sul dirupo del monte che si trova vicino alla nostra zona...giusto ad un'oretta di moto!
Sprovvisti di ogni cosa, corda per scendere, paracadute per volare, scarpe da trekking per risalire, la mia sfrenata G. ed io decidiamo di azzardare passando dalla cascata per scendere giù fino al letto del fiume e magari perchè no, seguire l'istinto, ancora, e buttarsi in acqua!
Ci guardiamo negli occhi e sorridenti come due bimbi, incontrollabilmente eccitati, iniziamo la discesa!
Seguire la discesa del fiume sino a valle non è affatto semplice, tuttavia il divertimento è assicurato. Dopo 10 minuti siamo completamente zuppi e abbiamo qualche seria contusione alle anche ma proseguiamo ridendo e prendendoci in giro a vicenda.
Il pericolo è una di quelle situazioni in cui di solito ognuno di noi, che pondera le scelte, soprattutto riguardo alla posizione dei piedi, parla invece d'istinto! E ci letteralmente "meniamo" sul nostro rapporto!
Tra insulti e frecciatine, scivolate e risate finiamo a metà strada affannati, infangati fino ai capelli! Salva per miracolo da due discese senza fine G. si innervosisce facilmente se sono io ad aiutarla.... potete immaginare il perchè, spavaldo e impeccabile nei miei passi, finché... l'istinto ha il sopravvento: vedo una sporgenza ad un passo dalla cascata che si affaccia sul vallone e su di essa! Un'unica cosa da fare: saltare!
E qui, c'è da ragionarci su! Quante volte vi è capitato, da bambini, di fare una scelta per il gusto semplice e disumano di farla?
Curiosità? Istinto innato? Caparbietà? Zucconaggine? What else??? E dunque questo bambino di quarant'anni, senza pensare, senza neanche lontanamente credere di non riuscire a farlo, neanche prende coraggio, semplicemente si ancora ad un albero per darsi una spinta ed esegue un salto magistrale!!!!! Di tutto rispetto davvero!!! E anche G. esordisce in "wow, che salto, bravissimo Fede che atleta! ......ma ....come torni qui adesso?"......... Ecco: questa è la domanda che mi mancava!!!!!

venerdì 27 giugno 2014

E' tornata... dunque parto io!

La mia HD (la foto non è mia) è tornata e tempo permettendo, parto!
Ma non è l'unica  ad essere tornata!

Ci si mette anche lei, dunque, tempo (inteso come ore disponibili) permettendo, parto anche con lei!!!

Valigie pronte, le sue, la mia sacca lo è da un pò! Ma io vado altrove, lei invece si trasferisce!
Ha messo anche in vendita la villetta.... se torna, resta da me (?) !!!

Poi però capitano di quelle mattine in cui tutto fa pensare ad una bellissima giornata rilassante, preso tra caffè e giochi con il mio canoso e micioso (questo è nuovo), suonano alla porta. Alzo lo sguardo e noto la sua auto, ma non l'ho neanche sentita arrivare, parcheggiata davanti casa....alle 08.13 di mattino!!!! Fortuito il ...13! Oppure casuale! 
La chiamo "G". Mi sente e fa il giro di casa!
"L'hai ripresa!!!", le rispondo calmo "da un pò!". Dio che bellezza infinita: skins, blusa, capelli raccolti alla benemeglio sulla nuca, e stranamente indossa un paio di espadrillas, onestamente? Inguardabili! Ma lei è così! E nota che le noto! Sorride e non dice niente!
Si avvicina e ruba il micetto...che proprio etto etto non è più!

"Dai vestiti: oggi è il mio turno! ". So perfettamente cosa intende quando dice così. 
Aaaah come vorrei negarglielo, ma non trovo scuse, maledizione!

"Pranzo da Felice?"..."Ovvio!" ed entra in casa e si dirige dritta a prendere le chiavi della MIA fiammante HD!!!
Finisco il caffè, sorrido compiaciuto: guida lei, io mi godo lo spettacolo!!!!

Buon divertimento anche a voi amici del web!






martedì 24 giugno 2014

Un sogno...di inizio estate!

La scuola è praticamente agli sgoccioli, temo un addio, o peggio, un ritorno! Evito di pensarci e così comincio a navigare con la mente!!!!
Benché abbia già organizzato seriamente e al minuto ogni momento delle mie giornate di ferie fantastico su possibili cambi di rotta e scovo un posto che mi attira!!!!

Ebbene trovo questo fantastico, irreale, improbabile posto fuori dal mondo, ma non estraneo al mondo di Risiko, e scopro una terra eccezionalmente simile a me: il Kamchtka!!!

Questa terra fuori mano, al nord della Russia, ai confini con l'oriente, culla di vulcani dalle dimensioni spaventose e letto di un lago assolutamente spettacolare e inaspettato in un contesto del genere.
Ok, lo ammetto: non credevo neanche potesse esistere un posto chiamato Kamchtka, ma che fosse una terra ricca di attrazioni in contrasto con la vita umana non lo avrei mai ritenuto possibile! Eppure: ESISTE!
La sola presenza mi eccita come ad un bimbo a cui hanno regalato un trenino elettrico...,o l'X-Box... , forse è meglio!
Desolazione e incanto, paura e mistero! Tanti contrastanti sentimenti e sensazioni fino al più improbabile: cambio di rotta!
Orsi bruni, salmoni, anelli di fuoco e natura incontaminata!

E sul finire una simpaticissima quanto improbabile descrizione di questa terra sconosciuta da Nonciclopedia!!!

Un cambio di rotta? No, solo un sogno di inizio estate.... chi viene con me???


Buone vacanze amici del world wide web!!!


martedì 10 giugno 2014

Lo stile cambia, ma le persone restano!


Passione, estate, fresco mattino e naturalmente acqua!!!
Natura, tanta e perchè no, senso di libertà! Tutto questo di nuovo stranamente incastrato ancora una volta con lei! Ancora qualche giorno soltanto, poiché ha già preparato tutto per la sua "departure"!!!

Già mi manca! Eh si, perché inconsapevolmente  o inconsciamente o volutamente o evidentemente è con lei che vorrei stare! La scelta del posto mi "blasilla" un pò.... bla bla bla!!!!!
Londra: non è lei, non è nelle sue note, né nel suo stile!! Nel mio forse, anzi, forse nel mio di qualche anno fa!!!
Abbraccio
Ora? Ora verdi prati, cieli azzurri e immensi sconfinati orizzonti da cavalcare con gli occhi, da vivere, inseguire, respirare e godere! E lei? Adesso non lo so!
Sarà perchè partirà presto, sarà perché partirò presto, sarà perchè chiusa una porta potrebbe aprirsi un portone, ma dico: sarà quindi sempre più dura semmai dovesse essere chiuso no? L'aspetto negativo di ogni cosa! :-)
Lei che si prende gioco di me, e inspiegabile sintonia, trasmutazione reciproca dei sensi, ricerca oculata e trascendentale della serenità altrui! Insomma: tutto ciò che definirebbe una storia assolutamente perfetta! Tutto ciò che non siamo mai stati!
Ora e solo ora! E capisci in questi attimi imprevedibili e assolutamente irreali e irrealizzabili, al pensarci bene, di come lo stile di certe persone cambia nel tempo, pur restando fermi qualità e difetti!
Dunque non si può cambiare, ma solo adeguarsi??? Films!!! I miei film mentali, quelli che effimeri mi gettano nella confusione più subdola e caparbia...quelli che non concedono beneficio del dubbio ma uno e solo un finale drammatico!!!!
Ora sono io a farneticare!!!! A blasillare, dire puttanate al vento perchè già so: starò male da cani!!!!


venerdì 6 giugno 2014

Imprevedibili....allergie!!!

Caldo, finalmente! E ora: si parte! Dove? Ovunque direi purché I'm in moving!!!!
La moto è pronta, l'auto sempre carica, la casa sempre aperta e per finire... una donna! Quale? 
Maaaahhhh, potreste immaginare senza troppi grattacapi!!!

Da dove comincio? Dal mare! Il clima mi consente di sopportare questo caldo non ancora africano e mi concedo a lunghe nuotate,  spensierate passeggiate dove nessuno arriverebbe mai!
Gli amici? Quelli di sempre.....fino al mare! Poi quando comincio le mie avventure/disavventure alcuni di questi mi abbandonano per vacanze più semplici!
Quest'anno ho prenotato: Scandinavia! La faccio tutta! Utopia! He si perchè in realtà andrò lì per lavoro e mi muoverò per le grandi capitali vichinghe! Quel che resta del tempo, lo passerò tra i fiordi alla ricerca dei troll!
Ho solo un problema: il caldo improvviso mi provoca una brutta allergia!
La mia pelle non ancora pronta a improvvise ondate di calore e costretta su mise del tutto inusuali per il caldo, reagisce con macchie inesorabilmente fastidiose e che danno un prurito pazzesco!
Il mio stile, old boy, non concede il beneficio del dubbio e all'inequivocabile inatteso istinto del .... grattarsi... la mia collega per niente intimidita esordisce: forse è ora che ti dai una ripulita!!!!
Confesso: le avrei sputato in faccia se non fosse per la mia buona educazione tuttavia le chiedo scusa e evito ogni istinto! Ciò comporta, la fuga in bagno dove scanso di equivoci mi tolgo tutto e mi rinfresco

disumanamente, senza ricordare che il bagno è unisex: ops! Nudo e bagnato dal petto in su: la porta si spalanca! E una affatto timida donna perfettamente in sintonia con il mio sex appeal si ferma, abbassa gli occhiali, spalanca i suoi bellissimi occhi e evidentemente compiaciuta dallo spettacolo  candidamente domanda: Rori, è un invito a nozze questo???!!!!

mercoledì 28 maggio 2014

Le regole d'oro!

Come ogni anno mia sorella, durante una delle sue visite alla "casa più calda del mondo", così definisce la mia sweet house, nella stagione dove il risveglio non è una parola, ma un ordine, mi espone il suo malumore per quella antiestetica pancetta comparsa sul suo meraviglioso corpo in seguito del raggiungimento dei suoi obiettivi e sogni di vita: diventare mamma per la seconda volta e superare i 40 anni!
http://www.viveredonna.it/come-snellire-gambe-e-cosce-con-la-corsa/
Correre
Lei, da sempre bellissima, dolcissima, intelligentissima, nonché mia sorella, in realtà le dico sempre, quell'inestetismo, che la mette a disagio con l'avvicinarsi della prova costume, è una delle cose più attraenti che il suo corpo, da sempre perfetto, ora, finalmente ha!
E così, anziché proporle le classiche diete, e la corsetta mattutina, semplicemente le ho dettato le regole d'oro, quelle che servono a convivere bene sempre con se stessi!
In primis: la corsa è sempre meglio la mattina per tanti buoni motivi, tra cui l'aria che è meno rarefatta!
Secondo: non nascondere mai, camuffa!!!
Una tecnica essenziale e assolutamente efficace! Nascondere tende a mettere in evidenza in quanto è un atto improprio, o meglio costringe a posture, situazioni e tecniche che in realtà imbarazzano ancor più.
Terzo: cullati! Dopo aver provveduto alle milleeuna attività che la tua giornata di 36 ore, poiché le mamme fanno cose che tutti gli altri farebbero in 36 ore, rilassati nel dolcefarniente per un tempo dedito di circa 10 minuti.
Quarto: dopo la doccia assolutamente spalmati con un lieve massaggio una crema rinfrescante, rassodante, lisciante, effetto seta.... e così via, purché sia una crema!
E per finire: dormi! Ma mai completamente sdraiata! Questo periodo dell'anno nasconde delle insidie anche peggiori del raffreddore: le allergie! Non averne mai sofferto non vuol dire non soffrirne! Dormire con due guanciali, l'uno morbido e l'altro meno, appoggiando la testa fin le spalle, concede un riposo che diventa un toccasano!
Infine Murphy: rassegnati serenamente se nonostante la macchina non parti, l'ascensore si rompe con te dentro, non ti parte più il pc e hai perso tutti i dati o al supermercato lo scaffale dei cereali al cioccolato preferiti dei tuoi cuccioli è vuoto ;-)

Buon inizio estate a tutti, amici del www!!!!!

martedì 27 maggio 2014

Fantasmi...


Tornano sempre a renderti il conto!!! E qualche volta: fanno male!!!

http://quellocheledonnepensano.com/2011/11/06/donne-da-amare/abbraccio-2/
Quello che le donne....
Possiamo far finta di non sentirli, di non vederli, ma sono lì! E quando sei in silenzio, un attimo prima del riposo, quel secondo interminabile prima di aprire gli occhi alle prime luci dell'alba, vieni turbato dalla loro strana presenza...o essenza! 

Finché una mattina, quando ancora non è troppo caldo per accoccolarsi ancora un pò al nostro stesso tepore, prima che la sveglia ricordi inesorabile che il nuovo giorno sta per iniziare, in quel momento bellissimo e dolcissimo del mattino, il tuo fantasma è lì, al tuo fianco. 
E non serve aprire gli occhi, perché ne senti il profumo, e non ti puoi allontanare da quel tepore, perchè è immenso!
Ed è piacevole la sensazione dei suoi morbidi capelli dalle mille sfumature del biondo, sul tuo viso! 
E respiri, respiri l'intensità di quel momento!!!
E temi che possa finire... proprio ora...che si sta svegliando tra le mie braccia...



lunedì 19 maggio 2014

I commenti sui social network... non scompaiono mai da soli!

Così inopportuni che creano guai! A proposito di guai: ormai chi mi legge lo sa, sono solito intrufolarmi in situazioni poco consone a ciò che in realtà dovrebbe essere la mia vita, tuttavia spreco il mio tempo a cercare di essere razionale, quando invece è vivo e vegeto l'animo animale che dimora in me! E nessuno più di chi mi vive accanto, sa quanto sono vere queste parole e quanto è comodo per me farne uso a difesa di un eventuale atto istintivo che si cela dietro quest'impeccabile immagine!.... e sono sobrio!
Tornato in Italia, dopo il fine settimana più lungo della storia per me, scopro che la settimana che lo segue sarà ancor più inaspettatamente infinita! Lo shooting: perfetto! Il mio lavoro non è andato sprecato! Il mio mentore: ha fatto shopping di scarpe, con i miei consigli! E ho flirtato con qualche comparsa... e questo: ci sta!
Ma al mio rientro il mio pensiero era fisso su un mio commento! Non avrei dovuto metterlo e per fortuna non ce lo ritrovo... cancellato "deleted"... da lei??? Forse, ma non c'era più! E così non ho insistito! Ho pensato: magari Murphy stava dormendo, in quell'istante, e il destino ha scelto per me, mandando in errore l'applicazione, per cui nessun mio commento è stato pubblicato! Ma i social network si sa: non sono mai di parte!
http://blog.libero.it/fioredicristallo/commenti.php?msgid=8614791
When a man loves a woman
Così, pensieri inopportuni a parte, piuttosto timore e improvvisa tachicardia, arrivo davanti casa, e tiro un sospiro di sollievo: né lettere o messaggi ma soprattutto, niente lei.... o forse.... Poiché non appena tale pensiero mi sfiora la mente, improvvisamente coglie la mia attenzione l'arrivo, o meglio lo tsunami del mio canoso!
Secondo voi??? Chi poteva portare a quell'ora del giorno, in giro per il mio boschetto il mio cane se non chi lo aveva in custodia??? Ed infatti mi volto con un sorriso dicendo "Hei! Papà come sapevi che sarei tornato ora!". Non ho impiegato molto tempo a capire che non era mio padre, non tanto per la voce che mi ha risposto calma e dolce "E infatti, non lo sapevo!", quanto per il profumo di viola inebriante e assolutamente comune ad uno dei miei sensi!
Mi alzo e la guardo, come se non l'avessi mai vista prima! Con il sorriso, tra lo stupore, e quella bellissima sensazione che si prova quando qualcosa che si desidera veramente finalmente accade! E così abbasso lo sguardo, affinché non si potesse intravedere la mia gioia, ma è il cuore a fregarmi! E lei lo sa, e si avvicina... evito i suoi occhi e sussurro: "così l'hai letto?" e lei sincera " ma non potevo lasciarlo lì, o tutti avrebbero capito quanto sei fragile...".
Sarò onesto: se mi avesse accoltellato, mi avrebbe fatto meno male!

Era spudoratamente vero: fragile, questo sono io!





lunedì 12 maggio 2014

Pensieri...inopportuni!!!

Se i pensieri passassero inosservati sarebbe tutto più facile. E invece no!
Tornano alla mente certi pensieri folgoranti, eccitanti o tristemente malinconici proprio quando meno te lo aspetti e, imprevedibilmente, hai una reazione ad essi la cui conseguenza alcune volte può non essere quella desiderata!
Spesso l'adrenalina del momento, o la visione di un brutto momento, non consente la visione del "causa ed effetto" che un atteggiamento o una frase, anche scritta, può ottenere,  fino al compimento di quanto più inaspettato, o inevitabile, disastro di eventi che si susseguono.
Per mia natura, il mio tempismo rimane sempre un pò infrattato altrove, oltretutto, spesso, causa turbini nell'anima di chi mi sta accanto e prova semplicemente... ad amarmi... O forse è proprio così.... che deve andare!!!!

Ero a Londra, qualche giorno fa, uno shooting per uno street style oltre frontiera, ai confini del mondo, in un paese che per me è come stare a casa, dove è inevitabile, per me, non pensare a lei, come insinua una mia dolce amica! La causa? Potrei pensarne una! E di nuovo: una morsa allo stomaco! 
Letale, il modo in cui ci siamo lasciati! Ma poi penso: non è qui! Aspetterà la fine della scuola: non vuole abbandonare i suoi cuccioli
Quindi.... mi fa male ancor di più!
Ora cosa esattamente succede nei pensieri, o nell'anima, o nei sentimenti più reconditi, quelli che inesorabilmente evitiamo con molta cautela, perchè sappiamo che affrontarli sarebbe, di nuovo, devastante, io non lo so! Anche se, è piuttosto chiaro!
E' chiaro che il mio desiderio di rivederla, vedere il suo sguardo, quei capelli, sentirne il  profumo ancora o anche solo i suoi dolci e bellissimi occhi, che nascondono un'anima ribelle chiusa in un corpo troppo stretto, che non ama dunque né costrizioni né finte abitudine di vita quotidiana, ma ne vive piuttosto, era molto più forte della consapevolezza che lei non fosse lì!
Tre giorni: un incubo! Neanche il mio mentore dal look sempre impeccabile se non per questo egocentrismo nelle scarpe, sempre poco azzeccate, è riuscito a farmi rimanere con la testa lì! E lo shooting??? Da buttare al cesso! Per cosa? Un pensiero, solo uno: lei non era lì a Londra! E il desiderio: voglio tornare in Italia...!
Poi una foto, nel suo profilo: io e lei! Strano, stranissimo! Coincidenza o cosa??? Tanti, tantissimi inevitabili "Mi piace" e un commento necessario, di chi le vuole bene: "di nuovo????". E la sua risposta: "no, solo ricordi, belli ma che fanno male!". E infine, una conferma "si: parto per Londra il prossimo luglio!". E il mio tempismo inadeguato: "...non farlo..."


martedì 29 aprile 2014

Di nuovo a lavoro!

Ebbene, ripresomi da questa influenza interminabile, smagrito ancora di più e stranamente barbuto ma piacente come sempre, torno in azienda dove tutti mi aspettavano con ansia. 
Passate le settimane della moda ci prepariamo ad organizzare eventi, non io in realtà, solo che alle volte mi ci fiondano senza chiedermi il consenso, per l'apertura della stagione autunno inverno 2014/2015 con le anticipazioni di fine estate.
Nel frattempo cerco di fare in modo che alcune "mamme" si piacciano o tornino semplicemente a sentirsi donne.
Purtroppo quando per anni hai lasciato che il tuo ruolo prenda completamente la tua vita e occupi completamente il tuo spazio la cosa si fa sentitamente difficile e abituarsi a "vedersi" di nuovo diventa molto più difficile del previsto.
Poi una di loro, poiché sono 4 amiche per la pelle, 3 lavorano anche e una è completamente devota al suo ruolo di mamma e donna, esordisce un giorno con una strana e insolita affermazione che mi rivolge come una domanda: ma come facciamo a fidarci di lei, pur sapendo come lavori, se guardandola abbiamo l'impressione che sia solo un manichino?
Avete presente quello strano brivido dietro la schiena, quella sensazione di malessere quando qualcuno vi giudica inaspettatamente come ciò che mai e poi mai vorreste essere o peggio apparire??? Ebbene: un manichino...finto, per l'appunto... e credo che l'espressione del mio volto abbia trapelato, come sempre, tutto il mio disappunto poiché le altre tre mamme hanno rimproverato con discrezione e imbarazzo la loro amica la quale per tutta risposta mi guarda fisso negli occhi sorride e si scusa: ops scusi continui per favore.
Non è semplice: finché qualcuno non approva il tuo operato, o lo mette in discussione hai sempre le tue 4 buone scuse da dare fino alla consueta difesa imparata dal manuale d'istruzione per personal stylist in difficoltà... ma questa.... questa non c'è!
Mettere in discussione una tua scelta di stile, il tuo look, il tuo modo di fare o di essere è accettabile, ma dare una definizione a bruciapelo, che ti lascia soprattutto impreparato, è tutt'altro. 
Sconfitto, ahimé devo ammetterlo, torno in azienda dove pur non raccontando la brutta esperienza, da bravo scolaretto mi siedo nella sala riunioni ma qualcuno si accorge del misfatto e cita: la verità fa male Rori?
"Verità"???? Allora è palese: sono un manichino, persino con la barba incolta? E dunque? Ecco il risultato: contatto il MIO personalissimo personal stylist di fiducia, me stesso, e di nuovo, mi reinvento!!!!Ed eccomi brillante e tutto, fuorché manichino, allo shopping con le inseparabili mamme amiche ed una di loro esordisce: wow, allora ce la fa a non essere un "manichino" anche con i clienti!


E tutto mi è apparso subito chiaro: la figura professionale è lo specchio di ciò che gli altri vogliono o non vogliono trovarsi davanti! Persone come queste 4 amiche, dove il segreto più infimo è il negozio in cui hanno comprato, in offerta, quel vaso di piante da sfoggiare proprio ora sui balconi della loro impeccabile casa, amano sentirsi a loro agio anche quando affrontano un passo che, a noi può sembrare stupido, ma per loro è importante e molto difficile in questa fase della loro vita da donne!!!
E anche per questa volta...sono salvo! ;-)

Che aggiungere.... ViVa le mamme!!!!



martedì 15 aprile 2014

Teresa, lo shopping di primavera e strani ricordi

L'ultima sigaretta
E' il turno di Teresa... lei che quando è con me dice sempre "signor Federico che bella figura che mi fai fare!", gradisce la mia compagnia per la scelta dei regali di Natale e per lo shopping di primavera!
Scegliamo sempre una giornata soleggiata, poiché è incredibile farsi vedere con me per le vie del centro alle sue amiche... giuro, parole sue!
Tuttavia non è assolutamente facile assecondare i gusti di alcune donne che tra l'altro non si lasciano convincere facilmente. Inoltre se consideriamo che Teresa mi conosce da quando ero veramente un ragazzino, la sensazione è un pò come cercare di vestire mia madre, dunque: impossibile!!!
Ma è comunque uno spasso: è un pò come andare a Gardaland e fare le montagne russe!
Ovviamente si entra di rado in negozi dal sapore di nuovo, a lei piacciono quelli con il sapore di antico: per intenderci, deve sentire letteralmente l'odore di stoffe appena tessute.... Il che non è del tutto sbagliato: la scelta volge verso i negozi dai pochi capi di pret-a-poter e non confezionati in serie. Il prezzo? A suo modo di dire ci sta dentro!
Non sceglie mai capi troppo in voga nè troppo classici, ed essendo ormai matura con l'età e non essendo mai stata una modella, il mio arduo compito è quello di farla sentire bellissima! Ad un uomo del mio fascino la cosa viene piuttosto naturale, ma lei.... non ci casca mai! E' inimmaginabile la sensazione che provo nel guardarla indossare improbabili capi e a stento riesco a nascondere dietro una mano il sorriso che si prende beffa di lei, per finire sempre, ahimè, con una clamorosa risata di quelle a pancia piegata e lacrime che scendono dagli occhi! Mi accompagni solo perchè ti diverti a prendermi in giro! Ma no.... è stupenda davvero! Oltre che divertente ed esilarante.
Ma poi? L'imprevisto... esco dietro di lei con tanti sacchetti ridendo e scherzando e ho un déjà vu
In un film, Matrix, se non erro, i déjà vu stanno ad indicare una correzione di azioni appena compiute. Come se ci fosse stato uno sbaglio nell'amare un profumo e così mi guardo intorno, per le vie del centro ma non sento alcun profumo che mi porti alla mente romantici ricordi, nè capelli lunghi che portano alla mente, e al cuore,  una scelta dolorosa, piuttosto, improvvisamente... mi sento solo! Come non mi era mai successo prima!
Non do a vederlo, per non rovinare una bella giornata con Teresa. Quindi torno a casa, dopo aver reso felice una donna, dopo una stupenda giornata fatta di risate e di ricordi e l'unico istinto è quello di prendere il telefono e comporre un numero.

Mentre fuori si fa buio, quando una morsa allo stomaco ferma la fame, quando la mia immagine riflessa nella vetrata del salone che da sulla veranda, lì nel punto esatto dove altre volte erano comparsi dei fari di un auto, vedo solo me, smagrito, con in mano un bicchiere.... di acqua, provato da 10 giorni di antibiotico, compongo un numero... pronto?.... Mamma! Vengo a cena da voi: 10 minuti e sono lì!

Stasera non voglio stare solo... e ho bisogno del mio Jack!