lunedì 11 novembre 2013

"Ricominciamo da capo"

Credo che il fatto che io sia uno smemorato di professione sia dovuto principalmente alla pressante frasologia di mia madre che in età scolare mi rimpinguava sempre una frase del tipo: "
Deddy sei proprio uno smemorato! Cosa avrai dimenticato oggi???"
Inutile dire che continua a dirmelo!
E infatti... ero al bar in una di quelle sere in cui voler restare da solo... questa parte la conoscete già.... la salto... ero lì seduto con il mio Glen Grant, al bancone a fare due chiacchiere sui modi e sui tempi dei verbi, esattamente quel che ho detto, modi e tempi dei verbi, "se avrei voluto avessi fatto...", indiscutibilmente uno degli errori più divertenti in grammatica che si possano sentire dal centro Italia in poi... per non dire del mitico "ieri ho andato..." dei tipi del nord ovest!!! Ebbene in questa esilarante discussione della coniugazione corretta dei verbi, dislocando gli errori nelle varie regioni d'Italia, mi sento un colpetto sulla spalla e un
"hei bel riccio!!!".
Vedo che il mio "Boh" sorride poi quasi intimidito, si nasconde dietro una mini lavastoviglie da vuotare e si dilegua sul retro... ma noto, volutamente, che si ferma proprio dietro l'uscio! Sorseggio e sorrido quindi mi volto!!!
E penso "no diamine un'altra figura da idiota!"... e mi metto una mano sul viso! M cerco di evitarla: "ciao" e sorrido!!!
Si siede vicino a me e mette la sua mano tra i miei capelli come si fa con un barboncino.... "cavolo, così lunghi si vedono di più quelli grigi! Perchè non li tingi?" e benché non solo l'idea di tingere i capelli non mi sfiori neanche se fossero tutti davvero bianchi, ho ripensato ad un consiglio di una mia amica, tale Folletta, e quasi inorridito da quella affermazione senza senso sfuggo dall'abominevole trattamento inaspettato ai miei capelli e la guardo non amichevolmente... tutt'altro!
Dio ma che bellezza rara!!!!! ... ma da dove arriva? 
Sorseggio ancora e lei "Cos'è? Ne voglio uno anche io!"... "Glen Grant! ...credo!".
Di una femminilità sfuggente, terribilmente attraente e per nulla forzata, naturale! Comoda, comodissima.... in tuta, quelle che vanno adesso, cavallo sceso, felpa a scollo ampio e  scarpe da tennis! Capelli confusamente raccolti di un colore così naturale da  sembrare quelli di una bimba, eppur bimba non lo è, e occhi, profondamente nocciola e grandi! Un sorriso così piacevole da volerne immediatamente un altro! Mi guarda e ad un certo punto esordisce: "non hai minimamente idea di chi sono vero?". Ora immagino quale potesse essere la mia faccia in quel preciso istante per farle uscire un'affermazione del genere!!!!! E mi vergogno!
Solita storia, penso: un'altra mia "Creatura" che non riconosco!!! Scuoto la testa e la guardo dal basso come a farle capire che sono estremamente mortificato!!! Eppure ci sarei potuto arrivare, vista la mise per niente simile a ciò che insegno ma che mi attira più di tutte le altre! Ma niente! Credo di esserle sembrato un idiota! Tanto che alla fine cede alla mia vergogna e timida non risposta: "Dai Fede sono Ale! Cercavo te, mi ha detto una tipa vicino casa tua che ti avrei trovato qui... deve conoscerti bene, o hai una vita piuttosto banale!"...
"Il "Fede" vuol dire che abbiamo una certa intimità.... "Ale" non mi dice niente!!!!!" esausto di fare figuracce mi sono detto, ne faccio una, ma eclatante!!!! Per fortuna sorride, abbassa lo sguardo ed esordisce "Ale, Alessia, la tua tremenda Alessia! " e arrossisce!
Non avrei mai e poi mai potuto riconoscerla, avendola vista per così poco tempo: 2 giorni soli per discutere di lei e raccapricciarmi del fatto che non avrebbe mai e poi mai cambiato il suo stile! Quindi educatamente rifiutato "il lavoro"!
Avrei voluto scomparire! Ma torno in me: "le mie abitudini sono piuttosto semplici, e la mia vita piuttosto privata! Dimmi: come posso esserti utile?"... quasi si vergogna di fronte alle mie parole ma prende fiato e ci prova: "ricominciamo da capo??"