martedì 17 settembre 2013

Glen Grant... ma in compagnia!

Quando si sorride in compagnia, ci si sente più leggeri e liberi dai vizi e dalla freneticità del giorno. Il tempo infatti pare fermarsi, o almeno, rallentare.


Se poi la compagnia è gradevole, si ride molto più spontaneamente, e se non hai l'istinto da cacciatore e lei quello della preda, la serata si fa ancor più rilassante! E se poi c'è, tra questa dolce compagnia, anche l'ineguagliabile simpatia di qualche amico, tutto diventa perfetto!

Riesci persino a notare qualche dettaglio in più senza essere inopportuno e noti, piacevolmente, il suo modo di giocare con il bicchiere del suo single malt preferito: il Glen Grant! 
La sua mano è semplicemente perfetta: lunga, bianca, liscia. Le unghie perfette, non lunghissime né coperte da smalti indelebili che le renderebbero di plastica, dai colori sobri, ad annunciare l'arrivo di una stagione calda nel cuore ma fredda nel suo aspetto!
Lei, che si prende gioco di me con il suo "il mio carissimo Sir Lancillotto", eppure lei non è di nessun altro, ma a dire che non sarà mai mia, e ogni volta il cuore si stringe in una morsa!
Si parla di lavoro, della mia moto, e di un viaggio da fare alla ricerca di strani posti! Ed esordisce come per incanto: "andiamo a visitare la distilleria del GlenGrant!"
Attimo di silenzio, tutti la fissiamo come se avesse detto qualcosa di terrificante ma di terribilmente avvincente. Quindi si alza di scatto, la perfezione non è stata mai così imperfetta nelle sue mise da piacermi al punto da sorriderne e nascondermi dietro la mia mano! Ma lo nota: "non ridere Fede!". Prende il suo tablet e tutti restiamo senza parole e a bocca aperta di fronte ad un'immagine di un'altra epoca! 
Alzo la testa, drizzo la schiena e i miei occhi credo siano diventati come quelli dei gatti al buio: un'idea fantastica! "Ci si andrà in autunno!!!". E così prenotiamo il volo in men che non si dica per un fine settimana lungo.... 
Qui da me, sul porticato di casa, la domenica pomeriggio, è piacevole! L'autunno è già pronto con i suoi mille colori e le foglie tra qualche settimana faranno da tappeto sul selciato. Fa già un pò freddo ma è decisamente romantico e tranquillo e per questo non sono quasi mai solo in questa stagione. Sul tardi ci inventiamo ricette dell'ultimo momento da gustare lì finché non giunge la notte profonda che con il suo gioco di ombre calma gli animi e ispira le idee. E sul finire di questi pomeriggi infiniti, l'eco delle risate e dei saluti di rito chiudono un'atmosfera e ne aprono un'altra: "resta qui..."


Buona notte a tutti.... vado a scaldarmi...