martedì 23 luglio 2013

C'era una volta....

... un ragazzino, che amava osservare sua madre mentre ogni mattina compiva il rituale dedito al suo aspetto: apriva l'armadio e restava lì in piedi, in biancheria sempre perfetta, qualche minuto fingendo, di pensare cosa avesse potuto renderla ancora più bella. Poi si voltava e sorrideva al suo bambino disteso su quel lettone enorme che profumava di fiori, di lei, e con la dolcezza di una mamma esordiva "oggi sarò bella per te e per papà! Che ne dici di questo?" e si finiva in coro "e adesso: accessori! Perchè nulla veste di più di un accessorio ben indossato!" e chiudeva il rituale con l'incantevole e suggestiva consuetudine
"il 'gingillo': perchè ogni donna ne indossa uno, per essere guardata senza essere indiscreta!"
blog.ulaola
Era adorabile, lo è ancora, nonostante l'età! E mi ha portato di nuovo indietro nel tempo: in quel tempo! E mi ha suggerito parole e emozioni che non provavo da tempo! Sempre impeccabile, sempre discreta, sempre bellissima!!! Mio padre la adora e ancora lamenta, con uno sfacciato senso dell'obbligo, il fatto che passi troppo tempo a "viziarsi" per piacergli!
"Donna di altri tempi!" la definisce mia sorella, che stranamente ha ripreso la sua classe ma non il gusto per la perfezione!
Io direi semplicemente "donna"!
Questo fine settimana eravamo alla casa in montagna per il consueto weekend dei compleanni e delle ricorrenze! Il caos familiare: mi manca spesso anche se amo di più la mia pace suggestiva in mezzo al verde poco lontano da lì!!!!
Quindi sabato mattina, sveglio di buon ora, indosso ciò che di più casual avrebbe potuto rendermi ancora come quel bambino e mi sono tuffato sul lettone di mia madre, che ancora profuma di lei e di nuovo lei, davanti a quell'armadio a darmi un'incredibile lezione di  moda!
"Vedi deddy... oggi non abbiamo molta fantasia perchè è tutto ben visibile! Da ogni parte arrivano proposte di moda da copiare, e la maggior parte di noi copia anche maluccio direi!"... "bisogna saper scegliere! Il capo che vesti indica la persona che sei, ma attento: potresti sembrare un altro pur volendo essere te stesso!!!!"....
La ascolto come quando ad un bimbo si racconta una fiaba per la prima volta! E' vero: la amo! Ma ciononostante non mi trattengo dall'essere critico contraddicendola spesso!
"Anche se sei uno spirito libero, o semplicemente un distinto freddo e distaccato uomo di provincia, puoi essere l'uno e l'altro semplicemente scegliendo una mise adatta!".
E ancora legge milleuno giornali di moda e ne sa ancora più di me!!!
Spesso le porto le foto dei miei clienti perché mi aiuti a scegliere e a dare stile alle loro mise! E lei rende tutto sempre molto semplice!
"Poche e indispensabili regole! Ma capita a tutti di avere giornate no! ...e non ti mettere la cravatta per ogni appuntamento dal tuo direttore, non lo fai più vero?" ... ma no mamma, non lo faccio più! ;-)
"Bastano pochi abiti e gli accessori giusti, soprattutto quando invecchi! Ma che hai fatto ai capelli? Quei ricci arruffati e ribelli non ti donano neanche un pò! Che dice la tua G., a lei piacciono così?"... mamma, i miei capelli sono sempre stati così decisamente spettinati quando sto con te: mi diverte quando mi dai i consigli sui capelli!
"E se invecchi bene invece puoi rendere ancor più gradevole la tua figura con pochi, pochissimi accessori: basterebbe un orologio, anche un pò particolare! ...metti ancora quella fantastica maglia tutta rotta per portare a spasso Daddy?... secondo me te l'ha bucata lui!" ... ma no mamma: andava di moda così! Sei dolcissima ... "ma poi perchè hai chiamato il tuo cane Daddy ancora lo devo capire deddy!" ... e ti voglio un bene incredibile!

...un bacio mamma, dal tuo deddy!!!!