mercoledì 19 giugno 2013

Dignità... non è un vestito!!!!

Ad un uomo per cui la moda non è un optional ma uno stile di vita è insolito sentirsi dire una cosa del genere! Se poi te lo gridano con le lacrime agli occhi capisci che forse, ponendoti una mano sul petto, forse qualcosa hai tolto ad un'anima pura!
Opera di Gabriele Scartozzi
Il mio errore più grande, o consapevolezza di vita, è la non fiducia! Si dice sempre che il non fidarsi preclude un fatto inequivocabile: al suo posto te avresti ingannato!
Ma la dignità.... non ha definizioni certe! Ma ognuno di noi potrebbe indossarla come un vestito eppure tale non è!
Riprendersela???? Difficile! La fatica che si impone sulla volontà di risollevarsi alcune volte ha la meglio e i perdenti, se tali li vogliamo definire, perdono la dignità e basta!
Ma quando è lei, anzi LEI, a farti capire quanto tanto tu stessi sbagliando, può far male più di uno schiaffo tra la gente, perché tale è stato, più di una ferita riaperta, perché l'urlo di dolore emesso era inequivocabile, più dell'essere abbandonato su una strada con lo sguardo abbassato e l'orgoglio nel petto a non dire una sola parola che potesse "rivestire" un'anima denudata della sua dignità!


Errare è umano, è perseverare che è diabolico! Io: persevero! Dunque caro Romantico, le parole volano via come il vento e in realtà nulla hai a che vedere con il romanticismo se non l'amore stesso per la solitudine!!!! 
Dignità... io l'ho persa, nel lasciarla andare, la mia dignità di uomo è andata con lei... anzi, di nuovo, con LEI!

Ed io? Torno da Londra, da una "pazza" oserei Londra! Deciso a riprendermi la dignità lasciata... eppure, ancora orgoglio! Preferisco soccombere sotto il mio orgoglio che ferire ancora il mio sguardo vedendola piangere ancora! E resto qui... aspettando quel Maggiolone che non arriverà, sorridendo nel rileggere un biglietto di qualche giorno prima e sospirando inerme cercando di comprendere questo inconcepibile e incorreggibile mio modo di essere che altro non può se non lasciarsi crogiolare nella sua impervia ignoranza....!!!!

... come suonavano quelle parole???? Ah si: "eppur l'amo..." e lei, lo sa!!!

...ma io: lo so????