venerdì 29 marzo 2013

Le donne... e la metamorfosi... e una imbarazzante storia!!!!

Le donne: questo magico mondo a noi uomini assolutamente sconosciuto, un pò più per convenienza, ma che ci attira e ci conquista ogni volta! Questa mistificazione dell'esser "uomo" come genere e non come sesso distintivo! Questo strano concepire la vita a noi assolutamente magico e per noi inimitabile. Le donne, ogni volta mi sorprendete!

Ero lì, nel mio solito angolo ad osservare il "mondo", di solito in fila in attesa di qualcosa, e per l'esattezza al Luis Amstrong Airport di NewOrleans e lei era lì: dietro di me! Probabilmente come me osservava il mondo, ma forse no: osservava solo me!
Avete presente quella sensazione che vi fa istintivamente girare la testa come se qualcuno vi stesse chiamando? Quella sorta di magia che pratichiamo ad altri esseri se puntiamo il nostro sguardo sulle loro nuche: l'istinto inevitabile e comprovato sarà per quell'essere quello di voltarsi!

E la vedo: mi sta sorridendo! Impiego un pò a riconoscerla, no anzi: non la riconosco affatto!!! Ma per educazione, istinto, o solo per il fatto che era piacevole incontrare un sorriso dall'altra parte del mondo a te dedicato, semplicemente rispondo con un sorriso! Ora: non so se avete presente l'espressione dei bambini quando vedono qualcosa di cui sono entusiasti! Una luce si accende nei loro occhi che si spalancano mostrandosi con tutto il loro candore e la loro innocenza! Ebbene, questa donna dalla giovane età, o forse solo dal giovane aspetto, dai capelli castano che danno verso il bronzo, e gli occhi pesantemente blu, quel blu che ti fulmina inaspettatamente e che non ti accorgi assolutamente che stai fissando, ebbene lei apre la sua bocca come a dire "oddio eccoti finalmente!", i suoi occhi si illuminano, e a questo punto sono cieco, e le sue spalle scendono non più tese ad un'altezza innocua come a colui che finalmente ha raggiunto il suo scopo!!! E con la sua bellissima Piero Guidi, la borsa, perfettamente in stile con tutto il resto del suo abbigliamento si avvicina e esordisce "Eccoti finalmente! Credevo di non ritrovarti più, ti ho visto poco fa ma non ho fatto in tempo a fermarti! Ho avuto persino il dubbio che non fossi tu!!! Pensa che gaffe!". 
Ok! Penso sorridendo, tu credevi che non fossi chi dovrei essere ma.... chi dovrei essere???? Ebbene, l'istinto primario è stato quello di fingermi chi avrebbe voluto che fossi e così sorrido, alzo le spalle e mi volto verso il checkin! E a ciò lei mi guarda esterrefatta e io che non riuscirei ad ingannare una mosca abbasso il capo scoppio a ridere, mi poggio una mano sulla fronte, sfodero più fascino che posso ma diavolo: CHI SEI??? Le domando alzando leggermente lo sguardo come fa un bimbo che ha combinato un casino!!!!! Ma senza togliere la mano dalla fronte... a coprire la mia vergogna!!! Ma chi è??? Italiana a NewOrleans che quasi non mi aveva riconosciuto???
Per fortuna ci pensa lei a togliermi dall'imbarazzo.......: "Federico! Sei sempre il solito! Che posto hai?".


Panico! Panico! Panico!!!!!!! Chi è??? Davvero non la riconosco!!!! La osservo allora da capo a piedi! E' perfetta! Potrebbe persino essere mia moglie semmai ne avessi una o comunque la donna della mia vita... finché non pronuncia la parola magica: "Per fortuna Giulio mi viene a riprendere all'areoporto!"... impegnata! Ma poi continua: "Sperando che si svegli, sai com'è Giulio! Il `turno di notte` con la ragazza lo uccide!!!". Mi si apre il cuore ma non la mente: cavolo anche spiritosa! Ma chi è????? E chi è Giulio???

Mi armo di coraggio, anche perchè non riesco a fare né a dire nulla di più di un sorriso con un "si certo!".

"Guarda scusami, ma mi devi assolutamente togliere da questa imbarazzante situazione! Io non so assolutamente chi sei o forse il caso vuole che somigli a qualcuno che ha il mio stesso nome! Perdonami!".
Lei, per tutta risposta rimane attonita, con la bocca spalancata e gli occhi... oddio che occhi! E sorpresa conclude: " Fede, Federico Rori! Sei assolutamente tu! Il mio super fashionable stylist preferito che odia il web, ha un mega suv, vive sperduto tra i boschi da solo con un enorme cane (non era aggiornata sul gatto aggiuntosi da poco!) e che ama da morire il suo preziosissimo tempo libero e le risate tra amici!!!". Cavolo: mi conosce e bene!!!! "Sono Deb!!" ops... "La tua... Deb!!!!!".


Ora il perchè di tanta delusione nello scoprire che si trattava della "mia Deb" non starò qui a spiegarlo! Ma individuare tra i capelli da mora a bronzo e la nuova pettinatura, tra 10 chili in meno, tra uno stile completamente nuovo e fashion la mia Deb non ci vuole tempo, ma immaginazione, soprattutto se l'ultima volta che l'ho vista fosse stato 3 o forse più anni. 

E' sorprendente la metamorfosi delle donne, il loro perfetto equilibrio tra quello che erano e quello che sono! Che mondo gente! Che mondo!!!!

Buon volo a tutti!