martedì 5 febbraio 2013

Tagliolini... una ricetta diversa...

....quando proprio non ne puoi più di mangiare le medesime cose, ti prende l'estro culinario, apri il frigo e ti metti seduto davanti a lui sul tuo sgabello preferito.... con Baf che miagolicchia aggrovigliato nel pelo del mio maremmano, che invece mi osserva incuriosito... ed è a lui che mi rivolgo: come può un uomo avere un frigo così pieno di cose che tra loro non hanno nulla in comune!!!
E così, folgorante, un'idea! Tra un incontro di lavoro e un altro ho sentito diverse volte parlare di questi gusti strani del tipo "agrodolce" e... nel mio frigo: c'è!!!!
Una collega che suggeriva ad un'altra un primo veloce e gustoso: "una leccornia" lo ha definito!...ma io.... ci metto del mio! 
Non può un uomo da solo, con un cane, un gattino e una casa decisamente grande per lui, in un posto che lo rappresenta in tutto, non trovare un'idea in più per mangiare e gustare anche da solo un buon primo all'italiana! E così: tagliolini alla mano!
La butto lì: cipolla leggermente appassita, (così si dice no?) nell'olio, aggiungo un cucchiaino di curry, che spezia mistica... ma dove la metto sta bene... abbondo!!!
E quindi prendo un arancio! Lo sbuccio sopra l'olio cosicché il succo possa cadere sopra e lo trito a pezzi grandi e lo aggiungo sul finire! Nel frattempo i tagliolini si scottano nell'acqua salata! Li butto nell'olio e li faccio saltare!!!!

Dire "leccornia" sarebbe un peccato dantesco.... il piacere del palato e il risultato finale non fanno di me un cuoco, tuttavia la mia dolce compagnia ha gradito e ha saputo ripagare come non avrei mai osato sperare!!!

Buona notte a tutti!!!!