giovedì 27 dicembre 2012

... un cervo... che incontro indimenticabile!!!

... così si è lasciato accarezzare il muso... 
"Dio quanto è grande!!! Mai visto così da vicino!!!"
Non poteva non sentire il battito del suo cuore confondersi con il respiro di quell'animale!!! Bellissimo esemplare, ma era ferito, sollevarlo era impossibile! Continuava ad accarezzargli il muso, l'animale ora era tranquillo, chiudeva gli occhi ad ogni carezza, quasi si stesse addormentando, mentre quell'uomo impotente cercava una soluzione affinché quell'animale si potesse salvare!!!
Pensando pensando cominciava ad infreddolirsi... così nel pensare ad alta voce si accostò all'animale finchè non si ritrovò quasi accoccolato a lui nel tentativo di scaldarsi. E iniziò un discorso....
"...sai di questi tempi, non è mica facile trovare qualcuno che si prenda cura di te... il più delle volte c'è sempre un secondo fine! Dovresti essere innamorato  per avere qualcosa di sincero.... o magari un amico ... ma anche quello è difficile da trovare.... vuoi essere mio amico? Io mi prenderei cura di te! Sei possente, ma hai degli occhi dolcissimi; sei mastodontico, ma hai una classe e uno stile inconfondibili; sei un lottatore, un fanatico, ma sei un gentilcervo ne sono sicuro!!!!" ... e sorrise!

Il cervo lo fissava incuriosito ma a quel sorriso rispose con un gesto, quasi a voler dire che accettava quella insana proposta di amicizia: avvicinò il suo muso al viso di quest'uomo che senza un minimo di paura lasciò che quel gesto divenisse eterno!!!!
"La Natura " ..pensò ..." quali altre sorprese potrà mai riservarmi ancora!!!"...
E così cominciò a raccontargli di se, della sua vita e il cervo lo ascoltava! Le sue aspettative, le speranze, i pensieri per Natale e tutto quanto fosse indispensabile per la sua mite vita da inguaribile romantico! Finchè... non sentì un rumore! Le luci dell'alba cominciavano a distinguere i profili, ma non troppo, di tutte le creature del bosco che costeggiava la strada! E dietro quegli alberi vide del movimento... si spaventò! E d'istinto si alsò e si protrasse verso il cervo!
Quest'ultimo si voltò verso i rumori... e iniziò ad ansimare e ad emettere dei strani gemiti! L'uomo si allontanò d'istinto... e tra gli alberi due, poi tre figure ben visibili presero forma: altri cervi!
A quel punto il cervo cercò di sollevarsi... ma forse era troppo infreddolito e non ci riusciva così si avvicinarono gli altri! Uno prese a leccargli la ferita, l'altro gli fece da perno da un lato e il terzo fissava l'uomo quasi a non volerlo far avvicinare! 
Il cervo ..... riuscì ad alzarsi! Non appoggiava la zampa e a malapena camminava, tuttavia affiancato dagli altri riuscì a riprendere la strada del bosco! Salutò chinando il capo quell'uomo sgomento che era rimasto paralizzato da quella scena incredibile!!!!

Quando non furono più visibili ad occhio umano Federico cominciò a ridere e a ridere e disse:
"Ecco quale altra sorpresa mi riservava questa incredibile Natura!!!!"

Good Night world wide web....